Le applicazioni gratuite più scaricate : classifica aggiornata

Periodicamente rieccoci ad aggiornare una delle nostre classiche classifiche, lasciando aperta la finestra sull’ultimo aggiornamento storico a gennaio 2018.

Emblematico quanto risulta dallo store di Apple.

Itunes annovera 4 app ludiche fra le prime 10 app gratuite.

I videogiochi su smartphone, evidentemente, fanno ormai la parte del leone nei digital store.

In cima a tutti c’è Hello stars, un semplice ma efficace puzzle game, adattissimo all’estate. Lo scopo consiste nel guidare una pallina al proprio obiettivo.

Permette sicuramente di rilassarsi Hello Stars è un puzzle game davvero ingegnoso; permette di rilassarsi tenendo i neuroni attivi, attraverso oltre 200 livelli di gioco.

A seguire, in seconda posizione, Tomb of the mask, con un proprio stile 8bit tipico degli anni ’80, e guida il giocatore attraverso una serie infinita di labirinti, raccogliendo monete, cercando di evitare  trappole sparse qui e la.

Seppur ogni settimana sugli store digitali arrivano decine di novità, non di soli videogiochi è composta la rosa.

Sul terzo gradino del podio delle app gratuite più scaricate presenzia Google Maps.

Ormai indispensabile per molti, la storica applicazione con navigatore di Google, a distanza di anni, rimane un must.

E’ seguita in quarta posizione da Instagram , il social che lentamente ma inesorabilmente si appresta a soppiantare Facebook per una larga fetta di pubblico.

Molto seguito e apprezzato dai giovanissimi, il social di foto e immagini, distanzia di parecchio l’app di Facebook che invece si posiziona in nona posizione.

Mentre, per chiudere il cerchio sulla famiglia Zuckerberg, Whatsapp conquista incontrastato la 7a posizione e rimane in assoluto, l’app di messaggistica più utilizzata.

Sesto e ottavo gradino del podio sono appannaggio di altri due videogames da smartphone : si tratta di Tenkyu e Helix Jump.

Completano la decina qui elencata, l’applicazione Huji cam  in quinta posizione, e quella di Spotify in decima posizione.

HUJI Cam permette di scattare foto vintage ed è di gran moda questa estate : cavalcando il successo di Instagram che la preferiscono agli strumenti inclusi nel social stesso per l’elaborazione e la personalizzazione delle immagini.

Il marchio di fabbrica sta in immagini sature e leggermente sfocate intorno ai bordi, e una serie di leggere imperfezioni che le rende vintage e, quindi, trendy.

Poco da dire invece di Spotify, l’applicazione per l’ascolto della musica, la creazione di proprie compilation, fruibile anche gratuitamente con la pubblicità, oppure senza pubblicità con piccolo abbonamento.  In Italia è ancora la più apprezzata nel suo genere.

Insomma… voi che immaginavate utilità , calendar per i promemoria ,  e-mail per lavoro, app per apprendere lingue…

Macchè : lo schiacciapensieri schiaccia anche la concorrenza delle altre app.  E forse anche questo dovrebbe spingere a riflettere sulla voglia di leggerezza (e talvolta vacuità) nella quotidianità di molti.