Snapchat, WeChat, Line, Telegram: ecco le alternative a Whatsapp

Alternativa a WhatsappMolte sono le App di messaggistica istantanea gratuite che si fanno strada.

Alcune rappresentano delle validissime alternative a Whatsapp.

Quali sono? Come funzionano?

Se WhatsApp ormai a livello mondiale superato ampiamente e da tempo il miliardo e mezzo di utenti (il che significa che un essere umano su 4 la utilizza) non è certo l’unica.

Indaghiamo un po’ come funzionano le più note.

WeChat

L’app “walkie-talkie”. Invia testi, foto e video ed effettua video-chiamate: la piattaforma permette di fruire i servizi da smartphone, tablet e computer per tutti i principali sistemi operativi (il download gratuito di WeChat puoi effettuarlo dal suo sito ufficiale, cliccando qui).

Fa comunicare live i propri utenti come fosse un walkie-talkie. 

Non si può chattare subito con i contatti trovati ma è necessario inviare una richiesta di contatto che dovrà essere approvata.

In più, l’utente può passare da una chiamata vocale a una video-chiamata in maniera dinamica, senza interrompere la conversazione. “Agita” è una delle funzioni più sfiziose di WeChat e permette di conoscere nuove persone.

Agitando il proprio smartphone permetterà di trovare intorno a sé altri utenti che stanno “agitando” e ottenere così un elenco di utenti tra i quali sceglierne e contattarne uno dal quale si è incuriositi.

Particolarmente diffusa fra la popolazione cinese, è ad oggi la più diffusa alternativa a Whatsapp.

Snapchat.com

Conosciuta come l’app dei messaggi a tempo, è gratis e particolarmente popolare fra i giovanissimi.

E’ disponibile per Android e iOS (il download gratuito di snapchat puoi effettuarlo dal suo sito ufficiale, cliccando qui). Snapchat permette agli utenti di scambiarsi foto o brevi video (massimo 10 secondi) che dopo la visualizzazione si cancellano automaticamente: di essi non rimarrà traccia né sul device del mittente né su quello del destinatario.

Altro punto di forza dell’app, il fatto che i messaggi possano essere personalizzati con testo, foto ed emoticons.

Come usare Snapchat : una volta eseguito il download, bisogna creare il proprio account scegliendo il nome utente e indicando il numero di cellulare a verifica dell’identità.

Da questo momento la chat è abilitata e si possono iniziare ad invare gli “snap”, foto e video appunto, che si autodistruggeranno entro pochi secondi preimpostati. Dopo essere stato letto, il messaggio scomparirà dal telefono di mittente e destinatario come se non fosse mai esistito.

Line

E’ un’app molto completa che va oltre la classica chat, offrendo agli utenti anche telefonate gratis e una “timeline” in cui pubblicare foto e video.

Compatibile con iPhone, Android, Windows Phone (il download si effettua qui, dal sito ufficiale) Line mette a disposizione degli utenti una serie di possibilità fra cui :

  • “Deco” che personalizza gli sfondi del telefono
  • “Brush” con cui ritoccare foto e immagini
  • “Here” che permette di condividere la propria posizione in tempo reale
  • “Snap Movie” permette di realizzare video mixandoli con musiche di sottofondo.

Telegram

E’ utilizzabile da tablet, computer o smartphone e ogni volta che ci si collega al servizio da un device diverso si ottengono informazioni su IP e posizione del collegamento.

A differenza dei concorrenti punta molto sull’invio di foto di altissima qualità e consente infatti di inviare foto, video o file fino a 16 GB (WhatsApp non supera i 16 MB). Inoltre va sottolineato che non comprime le immagini inviate lasciando inalterata la qualità delle immagini.

Applicazione gratuita e disponibile per tutti i sistemi operativi (il download si effettua dal sito ufficiale).

Tutte le conversazioni possono essere cancellate dal server e si può impostare l’auto-distruzione a tempo dei messaggi.

Le più usate?  Eccole

Il modo per misurare il successo di un’app di messaggistica istantanea rimane uno solo : la sua diffusione.

E’ ovvio quanto siano ampie la probabilità che essa si diffonda se viene scelta da nuovi utenti, che traineranno altri amici, parenti, conoscenti.

Uno studio di SimilarWeb pubblicato a fine maggio 2016, poi aggiornato a gennaio 2019,  ci permette di avere visione su diffusione e uso delle app, prescindendo dai dati (di parte) forniti dalla società stesse.

Dati che in questo caso non considerano il numero di utenti attivi totali nei diversi paesi, ma qual è la scelta preferita dai singoli utenti.

SimilarWeb ha misurato l’uso degli utenti Android di 187 nazioni, ed è arrivata la conferma della popolarità di WhatsApp e Facebook Messenger, seppur la prima distacca nettamente la seconda. Facebook è proprietaria di entrambe, pertanto si delinea un evidente quasi monopolio.

Ecco le preferenze nelle aree geografiche :

  • Usa e Canada preferiscono Facebook Messenger
  • America Latina, buona parte dell’Europa, Russia, India e Africa: in vantaggio è WhatsApp
  • Cina, come già scritto, vi è la predilezione per WeChat
  • Parte dell’est Europa (Ucraina, Bielorussia, ecc) si preferisce Viber.

Concludendo vi sono solo 2 piattaforme che, nei numeri, rimangono realmente alternative al reame di Zuckemberg, e sono Viber e WeChat.

Line e Telegram, così come Snapchat, sono decisamente in fondo alla classifica.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...