PDF Max: tra le migliori app per modificare PDF su Android

Ecco come modificare un file PDF su Android.

Attraverso una comoda app, in modo semplice e veloce.

I documenti PDF coprono le più svariate applicazioni, dal semplice documento ad uso personale, agli eBook, fino alla redazione di progetti grafici piuttosto consistenti.

Sono ampiamente utilizzati da chiuque di noi, a maggior ragione in ambito aziendale.

In passato questo fotmato ha subito sostanziali limitazioni in ambiente tablet e smartphone, accontentandosi di funzioni di compromesso nella gestione, dovute anche a ristrette ambizioni dei principali produttori di app relative.

La migliore app per modificare PDF su Android.

Ora le possibilità di rimanipolazione vengono elevate all’ennesima potenza grazie all’arrivo, su Android, di PDF Max.

Il programma, disponibile originariamente su sistemi iOS, ha subito un porting di successo ed è in grado di offrire funzioni di editing, controllo tramite spellchecking, evidenziazione, appunti vocali e più in generale una pletora di funzioni.

Editare PDF su Android

Tutti gli strumenti disponibili in questa applicazione ricordano le infinite possibilità di interazione col documento già proposte su sistemi PC, con programmi quali OpenOffice e Microsoft Word.

L’app è disponibile sul Google Play Store a 7,99 Euro.

Prezzo tutto sommato accettabile, che oltre tutto implementa sia la visione orizzontale che verticale per una maggiore flessibilità d’uso.

Unitamente a questo anche la possibilità di effettuare del text-to-speech per convertire in parola sonora quanto scritto, permettendoci nel frattempo di disegnare o scrivere appunti sulla superficie del testo editato.

Ulteriore attenzione merita il sistema di gestione file, tramite un manager intuitivo che al momento supporta l’onnipresente Dropbox per la condivisione e l’editing su cloud di documenti.

Questa applicazione per modificare PDF ha ottenenuto un consistente successo.

Basti pensare che ad oggi i download hanno superato i 2 milioni, aiutando così in tanti a liberarsi della carta.

Quest’ultimo aspetto, non solo di comodo, ha un obiettivo ecologico da tenere in gran considerazione.

Il successo è tale che è facile presagire come nuove soluzioni di sharing saranno trovate nell’immediato futuro, a beneficio collettivo di tutti gli editor.

Ovviamente disponibile anche per Apple IOS da questo link.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...