Aumentare la durata della batteria con la tecnica della calibrazione

Forse non tutti sanno che è possibile aumentare la durata della batteria del nostro smartphone evitando così che il passare del tempo la rovini.

Grazie ad alcuni trucchi è possibile ottimizzare la batteria al litio di un dispositivo mobile. 

Come fare per aumentare la durata della batteria

Vediamo in questa guida come farlo con un’operazione semplice, da eseguire una volta al mese.

Se vogliamo che la durata della nostra batteria torni ad essere pari a quella iniziale dovremo effettuare una operazione denominata calibrazione.

Il termine è difficile ma il concetto è semplice : si tratta di resettare i dati di fabbrica della batteria.

Questa procedura è bene utilizzarla solo in caso di reale necessità, ed è sconsigliato farla per più di una volta ogni due mesi.

Le batterie degli smartphone (quelle agli ioni di litio) sono sottoposte ad un naturale depotenziamento delle prestazioni , complice il tempo che passa.

Buone norme quindi sono considerate :

  • non sottoporre mai lo smartphone a temperature troppo alte

…queste infatti riducono le prestazioni delle batterie

  • non lasciare mai lo smartphone attaccato al caricabatterie per più di un paio di ore

…anche meno se sono sufficienti a caricarlo completamente, e comunque ricollegarlo solo dopo averlo utilizzato completamente durante la giornata.
Una calibrazione è consigliata bene o male una volta ogni due mesi, dipende dall’uso che facciamo dello smartphone. Esattamente si consiglia una calibrazione ogni 40 ricariche.

Vediamo dunque quali sono gli step da eseguire per ottenere una buona calibrazione del nostro smartphone :

1) Scarichiamo la batteria portandola a zero.

2) Riaccendiamo il dispositivo : se si riaccende continuiamo a usarlo e ripetere la ri-accensione fino a quando non si accederà più.

3) Colleghiamo il caricabatterie e mettiamo lo smartphone sotto carica, lasciandocelo per 2/4 ore anche dopo che la carica è completata.

4) Accendiamo lo smartphone e stacchiamolo dal caricabatterie dopo 2 minuti dall’accensione;

5) Ripetiamo i punti, da 1 a 4 , per almeno tre volte di seguito.

La procedura non é certo complessa anche se sicuramente è un poco laboriosa.

Tuttavia in un giorno di relax si può benissimo affrontare con il risultato di mantenere performante nel tempo la batteria del nostro smartphone.

 


Condividi il contenuto su...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*