Come convertire MP4 in AVI, WMA, MP3 e AC3

Come convertire MP4 in AVI, WMA, MP3 e AC3Guida alla conversione da MP4 in AVI, WMA, MP3 e AC3 con Pazera Free MP4 to AVI Converter: link download e istruzioni per l’uso del programma

Conversione MP4 in AVI, WMA, MP3 e AC3

Operazione potremmo dire indispensabile per coloro che possiedono iPod o iPhone è la conversione MP4 in AVI per poter ascoltare la propria biblioteca musicale anche su PC Windows.

Infatti i dispositivi iPhone e iPod salvano le collezioni video in file con formato MP4 che però non sempre sono eseguibili su piattaforma Windows: per ovviare a questo problema, senza perdere la propria biblioteca digitale, basta convertire MP4 in AVI.

Troviamo, a tale scopo, alcuni programmi gratuiti che consentono di effettuare questa operazione: tra i vari disponibili consigliamo Pazera Free MP4 to AVI Converter.

Si tratta di un programma che possiede una interfaccia grafica intuitiva e che risulta quindi di facile utilizzo anche ai meno esperti. Grazie a questo software, inoltre, le perdite di qualità nell’operazione di conversione saranno minime e in pochi clic otterrete il risultato desiderato.

Una volta scaricato il programma, non è necessario installarlo sul PC: si tratta infatti di un programma stand alone, che se vorrete potrete anche salvare su una pennina per tenerlo a portata di mano in qualsiasi occasione.

Per effettuare la conversione MP4 in AVI, dopo aver avviato Pazera Free MP4 to AVI Converter selezionate “File list”  > “Add files to list” e dunque sofgliate le directory fino a individuare quella contenente il file da convertire.

Se volete effettuare la conversione lasciando invariate le impostazioni di default basterà cliccare su “Convert”, diversamente potrete cambiare la directory di salvataggio dei file in modo che risulti differente da quella di acquisizione del file cliccando su “Output directory = Input directory” > “Browse”

Con “Resolution” si potrà alleggerire il file AVI inserendo a mano i valori di “Width” e di “Height” nel menu “Custom” mentre se al posto di salvare il file in AVI, vorrete salvarlo in WMA, MP3 e AC3 non dovrete fare altro che indicare un differente codec audio nell’apposito campo.

Per gli utenti esperti è anche possibile cambiare il bitrate, i canali e il volume dell’audio.

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...