Come usare YouTube in background su Android – Guida

Come usare YouTube in background su Android - GuidaGuida che spiega come usare YouTube in background su smartphone Android potendo così ascoltare musica mentre si gioca Android o mentre siamo in internet.

Come ascoltare YouTube mentre si naviga su Android

Gli aggiornamenti Google dediti al rinnovamento delle app già presenti sul celebre Play Store spesso non mostrano significativi miglioramenti dell’interfaccia grafica, né dell’interazione con la stessa.

Tuttavia, recentemente, Big G ha deciso di sorprendere i propri utenti Youtube integrando un feature che potremmo definire essenziale per i fruitori di smartphone e tablet che avvertono la necessità di ascoltare video o musica in background, senza per questo interrompere le proprie operazioni in home o con altre app.

Il progetto Google sembra essere destinato ad amplificare le linee di convergenza tra il dispositivo portatile ed un normale computer desktop.

Difatti, con il secondo, potendo lasciare aperte più tab funzionanti e recuperarle con notevole facilità, ci sono permesse attualmente più operazioni in contemporanea rispetto ad un device portatile.

Grazie al recente update, è invece possibile eliminare questo distacco fondamentale tra i dispositivi: l’APK recente del’applicazione Youtube, liberamente aggiornabile o scaricabile, contiene l’opzione Background Audio

Ciò significa che il video o il brano prescelto su Youtube potrà continuare la propria riproduzione anche mentre si è impegnati a digitare un documento di testo, oppure utilizzando altre app.

Sarà sufficiente accedere alle impostazioni generali e selezionare la voce relativa, al momento inclusa tra altre opzioni, tra cui il miglioramento della resa visiva su cellulare.

In alternativa, per chi non avesse confidenza con le applicazioni originali Google, è possibile scaricare gratuitamente da Google Play Store l’app NextVid ( https://play.google.com/store/apps/details?id=Nextvid.mobile.player&hl=it ), in grado di organizzare playlist personalizzate e di mandarle in riproduzione con gli stessi principi di background.

Tuttavia, dopo alcuni test non si è rivelata essere compatibile con i modelli di tablet più remoti rispetto agli attuali, perciò ci si attende che le strategie Google in merito continuino ad essere implementate nel suo player proprietario.

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...