Stato di Whatsapp: trucchi per sfruttare al meglio il lato social dell’app

Dopo l’avvento delle storie su Snapchat ed Instagram anche Whatsapp, l’app più utilizzata di messaggistica, non poteva esimersi dall’aggiungere questa funzione anche alla propria app.

Cosa sono le storie?

Lo chiamano in modi differenti : stato di whatsapp (com’è indicato sull’app stessa) oppure Storie di Whatsapp (Whatsapp Stories all’estero)

Se non ne hai mai sentito parlare, le “storie” ti consentono di condividere una foto o un breve video, legato ad un momento della giornata, per un periodo di tempo limitato di 24 ore.

Al termine del tempo consentito il contenuto viene cestinato automaticamente.

Insomma, se ti stanchi facilmente delle tue foto o se non le ritieni all’altezza di comparire in via permanente sui social, le storie fanno proprio al caso tuo.

Quello che non tutti sanno è come sfruttarne a pieno tutte le funzionalità.

Scopriamo insieme quali sono tutti trucchi dello stato di Whatsapp.

E’ importante sapere che si può personalizzare a piacere un elemento (foto o video che sia) caricato sullo Stato di Whatsapp :

  • ritagliare una foto : premendo sul simbolo del quadrato la si può ritagliare prima di pubblicarla
  • aggiungere un emoticon : premendo il simbolo faccina
  • aggiungere del testo ad una foto: premendo il simbolo T
  • realizzare un disegno a mano libera : premendo il pulsante con il simbolo della matita

Quindi per condividerlo ci basterà premere il bottone a forma di freccia in basso a destra.

E’ possibile sapere chi visualizza lo Stato di WhatsApp? Si, ed è facile.

Basta cliccare sullo Stato , dentro l’applicazione, quindi premere il mio Stato.

Qui un indicatore con un numero permetterà di controllare le visualizzazioni ricevute per lo Stato, e cliccando sul numerino è possibile visualizzare i contatti che lo hanno visto.

Condividere un video più lungo di 30 secondi ? E’ possibile facendo così.

Rispetto ai canonici 15 secondi delle Instagram stories e dei 20 di quelle di Facebook, gli stati di Whatsapp ti consentono di registrare e pubblicare storie con video fino a 30 secondi.

“E se nemmeno 30 secondi dovessero bastarmi?” Giusta domanda.

Spesso capita, ad esempio, di essere al concerto del tuo cantante preferito e di vedersi bloccare la storia proprio all’inizio del ritornello; oppure, di star filmando un momento comico con i tuoi amici e di dover interrompere il video proprio nell’apice della sua ilarità. Come superare anche questo ostacolo?

Grazie all’utilissima app Limitless Stories, disponibile sia su Google Play per gli smartphone Android, che sull’App Store per gli iPhone.

Dire addio al fastidioso limite dei secondi sui video e creare storie illimitate.

L’app procederà per noi alla frammentazione del filmato, suddividendolo in tanti piccoli video. Tutto ciò non richiede più di qualche passaggio:

  • Scarica l’app dallo store di riferimento
  • Seleziona il social network per il quale intendi utilizzarlo (è fondamentale, in quanto, come dicevamo, ogni piattaforma ha un limite di secondi diverso)
  • Taglia il video, eliminando, eventualmente, le parti che non intendi pubblicare
  • Pigia su “choose” e lascia che l’app frammenti il video in tante piccole parti, che rientrino nel limite dei 30 secondi, nel caso di Whatsapp
  • Apri Whatsapp e carica in ordine cronologico tutti i micro video ottenuti

Il risultato finale non ti deluderà: la tua storia sarà gradevole da vedere, senza pause o pezzi mancanti, e consentirà ai tuoi amici di visualizzarla come se fosse un unico video.

Pubblico personalizzato e restrizioni sulle visualizzazioni per le tue storie

Per quanto riguarda l’aspetto legato alla riservatezza degli stati, Whatsapp ti permette di stabilire in anticipo chi potrà vedere le tue storie.

Per farlo ti basterà andare nella sezione stati dell’app e selezionare “impostazioni delle privacy” su iOS o “privacy dello stato” su Android. A questo punto potrai decidere se rendere foto e video visibili ai tuoi contatti, se escluderne qualcuno o se indicare direttamente i nomi delle persone che potranno guardarle.

Quest’ultima è una funzione comoda ed utile, ma soprattutto non così scontata, visto che effettuare la stessa operazione su Instagram è ben più macchinoso e richiede molto più tempo: se infatti volessi mostrare la tua storia ad una sola persona sul social fotografico per eccellenza, ad esempio, a differenza di Whatsapp dovrai nascondere manualmente, uno ad uno, i  tuoi followers.

Al che, la domanda sorge spontanea: “E se avessi migliaia di seguaci?”, a quel punto la cosa sarebbe francamente improponibile.

Certo, esiste nuova la funzione “amici più stretti”, ma le persone all’interno di questa cerchia saprebbero che il contenuto della storia è esclusivo e riservato soltanto a loro che lo visualizzano. Se invece volessi mostrare il tuo contenuto ad una o più persone, senza che loro lo sappiano, ecco che la specifica funzione messa a disposizione da Whatsapp ti semplifica, e non poco, la vita. .

Attenzione però! Se la persona avesse il sospetto che si tratti di un contenuto non visibile a tutti, potrebbe facilmente chiedere ad un altro dei tuoi contatti e verificarlo facilmente.

Per dediche speciali e dichiarazioni d’amore sottovoce con le storie di Whatsapp, dunque, pensaci bene!

Se è vero, infatti, che le Whatsapp stories si cancellano automaticamente dopo 24 ore, rimane il fatto che queste possano essere immortalate con uno screenshot e rimanere a tua insaputa sugli smartphone altrui.

Questo perché Whatsapp, a differenza di Instagram, non ti mostra i contatti che hanno effettuato uno screenshot. A parti invertite, con te nei panni del fantomatico paparazzo, siamo sicuri che la cosa non dispiacerà affatto.

Le caratteristiche delle Whatsapp stories: molto più di una piattaforma di messaggistica

Per il resto, la strada che sta intraprendendo Whatsapp è certamente quella di un’app ibrida. Un compromesso tra una piattaforma di messaggistica ed un social network, per cui le funzioni relative agli stati ricalcano grossomodo quelle di Instagram e Facebook.

Se sei uno smanettone o se vivi in simbiosi con il tuo smartphone le conoscerai già, pertanto proviamo semplicemente a rinfrescarle con una rapida carrellata.

Su Whatsapp stories puoi…
  • Personalizzare le foto ed i video della tua storia con testi, filtri, cornici, emoji ed altri effetti grafici
  • Mettere in pausa uno stato, tenendo premuto il dito sullo schermo, se ti occorre più tempo per leggere un testo o visualizzare la storia
  • Passare alla storia successiva con un tap
  • Passare alle storie di un altro contatto scorrendo il dito da sinistra a destra
  • Rispondere alla storia di un tuo contatto con un messaggio testuale, una foto, un video o una GIF
  • Visualizzare i contatti che hanno visto la tua storia, con relativa data e ora in cui l’hanno fatto, a patto che tu non abbia disattivato completamente la conferma di lettura
  • Cambiare fotocamera durante la registrazione di un video con un doppio tap

Adesso non ti resta che scattare una foto, registrare un video o scegliere un contenuto dalla galleria per condividere con amici e parenti i momenti salienti della tua giornata!