Acer Nitro 5 (2019) – la recensione

Il Gaming è un campo molto impegnativo per molti costruttori di PC. Spesso non si tratta nemmeno di creare un PC molto potente, bensì risulta necessario concentrarsi su un corretto equilibrio fra i vari componenti hardware.

E’ così che si può sperare in un utente deluso dall’acquisto, che servirebbe solo a spargere del  passaparola negativo.

Nel settore gaming Acer ha dimostrato di sapersi distinguere.

Fra gli esempi più palesi troviamo la serie di Notebook Nitro.

In particolare la serie Nitro 5 è arrivata quindi alla sua ultima revisione, quella del 2019, con una composizione intermedia tutta dedicata proprio al Gaming. Diamogli un’occhiata!

Cominciamo dal Look di Nitro 5.

Leggermente aggressivo, urla al suo suddetto scopo particolare. Si può notare immediatamente le colorazioni rossastre del Nitro 5, con gli angoli tagliati di netto e l’intero design che prende spunto dai caccia Stealth.

Soprattutto si può notare come Acer ha preso nota dalla competizione, riducendo i bordi dello schermo ai fianchi e rendendo il portatile leggermente più leggero e sottile. Lo chassis è fatto per maggior parte in plastica, il che da una parte da un senso di “economico”, ma non si tratta di plastica sottile o mal costruita: il Nitro 5 è di fatto ben resistente.

Lo schermo è forse la parte meno interessante del Notebook.

Si tratta d’un semplice monitor da 15 pollici con risoluzione Full HD a 60Hz, incapace di sviluppare una buona quantità di colori e dare un risultato soddisfacente al livello della luminosità e contrasto.

Il display quindi è decisamente una delle parti più deboli di questo portatile: rassegnamoci a già a non pretendere troppo da questo componente.

Parliamo invece dell’Hardware di questo PC.

Esistono numerose varianti di Nitro 5, ma la versione che stiamo analizzando quest’oggi ha una CPU Intel Core i5-9300H da 4.1Ghz ed una scheda video Geforce GTX 1650.

Sono inoltre presenti 8Gb di RAM DDR4 e 512Gb di SSD, basate su NVMe.

Questa composizione dona tutta la potenza necessaria per (letteralmente) tutto, dai videogiochi (pur saltando le impostazioni più sfrenate) fino ad un uso generale più intenso.

Possiamo affermare che la batteria dura anche più del dovuto.

Su un consueto uso generico, il Nitro 5 può durare attorno alle 7-8 ore, mentre su un utilizzo più intenso non supera la singola ora.

Si tratta d’una differenza di durata che mette parecchio in evidenza le nuove tecnologie e come si adattano all’uso attuale.

Volendo chiudere qui il discorso, la rinnovata serie Nitro 5 di Acer promette piuttosto bene.

A parte lo schermo, si tratta d’un notebook da una configurazione potente ed ottimizzata, con una batteria che dura veramente tantissimo nonostante la sua classe.

A che prezzo? Per questa variante, solitamente non si superano di troppo le 1200 euro.

E’ possibile trovare la variante con processore i7-9750H intorno ai 1520 euro, per chi vuole giusto quella spinta in più.

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...