E Instagram cresce : ottocento milioni di utenti attivi

Avevamo già affrontato la notizia dell’esponenziale crescita di Instagram : a settembre 2016 il social aveva toccato mezzo miliardo di utenti attivi.

Anche in questo caso Mark Zuckerberg ci aveva visto lungo con il social network di foto e video che ha acquisito nel 2012 per ben un miliardo di dollari. A settembre 2017 il social sfonda la quota di 800 milioni di utenti attivi su base mensile.

L’ufficialità era arrivata da Carolyn Everson, vicepresidente delle soluzioni marketing globali di Facebook.

La stessa manager spiega che gli utenti che quotidianamente presenziano sono 500 milioni.

L’escalation ha visto più che raddoppiare gli utenti solo negli ultimi 3 anni.

La rincorsa ad iscriversi a Instagram

è accresciuta soprattutto dopo alla nascita dei cosidetti “influencer”, ovvero personaggi che sono diventati famosi e di tendenza. Fama acquisita grazie alla condivisione di immagini  di personaggi ormai divenuti delle (spesso effimere) vite digitali.

Molte le celebrità polarizzate.

Da David Beckham a Kim Kardashian, da Madonna (fan della prima ora) a Justin Bieber.

Oltre il 75% della comunità Instagram vive al di fuori degli Stati Uniti, nel dettaglio vede oltre la metà dei propri utenti residenti fra Europa ed Asia.

Le società guidate da Mark Zuckerberg  infilano risultati economici positivi a ripetizione .

WhatsApp  (acquistata nel 2014 da Facebook per oltre 16 miliardi di dollari) ha superato da tempo il miliardo di utenti attivi su base mensile, mentre Facebook  ha valicato il traguardo della cifra record dei 2 miliardi di utenti.

Instagram ha ancora molta strada da fare, nel frattempo sono avviati i test per nuovi format pubblicitari.

Tempo trascorso dagli utenti guardando video su Instagram : cresciuto dell’80%.

Cifre impressionanti, non c’è dubbio.

Il numero di video prodotti quotidianamente su Instagram è quadruplicato fra il 2017  e l’anno precedente.

Numeri che non possono non incidere positivamente sugli introiti pubblicitari : si pensi solo che il numero advertiser di Instagram ha raggiunto la soglia dei 2 milioni.

Record di personaggi e influencer.

I record tutti interni riguardano una delle star di Instagram, Kim Kardashian, modella americana, e della sorellasta Kendall. L’immagine di quest’ultima, postata un mese fa, ha superato in popolarità la sorella raggiungendo i 2 milioni e mezzo di “like”.

Ma è solo un eclatante esempio :

  • più di 40 miliardi sono le foto condivise in totale fino a settembre 2015
  • 70 milioni ogni giorno fra foto e video
  • 3,5 miliardi i like quotidiani sulla piattaforma.

Secondo alcuni analisti  l’app nel 2020 genererà ricavi per 5,8 miliardi di dollari, contro 700 milioni che furono stimati per il 2015.

Si pensi solo che, il numero degli iscritti, nel 2016 si ipotizzava sarebbero stati 680 milioni entro il 2020.

Invece solo un anno dopo tale numero è stato ampiamente sorpassato.

L’intervento di inserzionisti di peso ha portato il valore della società (sempre secondo svariati analisti) a 33 miliardi di dollari, più dei 30 miliardi di Twitter e dei 19 miliardi di Snapchat.

Fra i Paesi maggiori utilizzatori : Giappone, Germania, Francia, Indonesia.

Tutti i numeri sono li a dimostrare che il sorpasso su Twitter sia definitivamente avvenuto.

Ed è acclarato quanto Instagram sia ormai il più importante social per i seguaci della moda.

Secondo i dati :

  • il 50% degli Instagrammer segue un brand.
  • Il 45% degli utenti europei usa la piattaforma per cercare ispirazione per i propri look
  • Il 35% scatta e posta foto per mostrare i propri look.
  • Il 16% li condivide quando è ancora in negozio.

Infine, più di un membro su tre afferma di aver acquistato un articolo di moda dopo averlo visto su Instagram.

I prodotti più ricercati :  abiti (25%) e scarpe (27%).

Non vi sono ancora dati certi ma Instagram prevedeva ricavi pubblicitari nel 2016 di circa 1,53 miliardi di dollari solo dal mobile advertising.  Secondo il sito specializzato eMarketer equivalgono a un aumento del 144% rispetto al 2015.

Una crescita inarrestabile e con pochi paragoni al mondo.