Realtà virtuale : gli investimenti dei Big player tracciano la strada

Disney ci crede : la realtà virtuale è l’orizzonte a cui punta l’industria dell’intrattenimento.
E la sicurezza è tale che casa di Mickey Mouse punta sul business una cifra capogiro : 65 milioni di dollari.

A tanto ammonta l’investimento che Walt Disney Co. ha profuso in Jaunt, start up californiana specializzata nello sviluppo di sistemi di ripresa capaci di creare video a 360 gradi.

E mentre c’è chi sviluppa la tecnologia, sia lato software che hardware, i contenuti saranno il traino fondamentale per la promozione di massa (ricordiamo che Disney possiede un impero mediatico che copre fra gli altri anche ESPN, ABC, Pixar Animation Studios e LucasArts) e proprio qui entrano in gioco i player dei contenuti globali, come le major hollywoodiane e i big player del web, facebook in testa con la propria controllata Oculus VR.

Jaunt, con l’investimento disneyano raggiunge i 100 milioni di dollari raccolti da finanziatori da tutto il mondo, e ha dichiarato che li utilizzerà per migliorare il prodotto e allestire uno studio a Los Angeles per partire con i primi contenuti da fruire in futuro con il visore per la realtà virtuale producendo “live-action” esperienziali di realtà virtuale.
oculus-rift-1L’obiettivo di Jaunt è di rendere la realtà virtuale il modo in cui futuro godremo di film e TV.

E arriviamo ad un altro punto fermo : come detto sono diversi i player che si stanno per sfidare su questo fronte, i primi visori annunciati sono Oculus Rift ed HTC Vive.

 

Le start-up della realtà aumentata in tutto il mondo hanno ricevuto più di 1 miliardo di dollari di finanziamenti da inizio del 2014 , dopo aver passato anni a raccogliere meno di 250 milioni di dollari all’anno, secondo la società di ricerche CB Insights.

Come detto poco fa, Facebook ha acquisito Oculus VR a marzo 2015 per la modica cifra di 2 miliardi di dollari.
La società ha realizzato e prodotto il visore di realtà virtuale Oculus Rift.

 

Secondo Mark Zuckerberg “Oculus ha la chance di creare la piattaforma più social di sempre, cambiando il modo in cui lavoriamo, giochiamo e comunichiamo, e questo è solo l’inizio. Dopo i giochi, renderemo Oculus una piattaforma pronta a molte altre esperienze. Immaginate di essere seduti a bordocampo durante una partita, studiare in una classe composta da studenti e insegnanti da tutto il mondo, o avere un consulto con un dottore faccia a faccia, semplicemente indossando il visore, a casa vostra.”

Le parole del fondatore di Facebook la dicono lunga su quanto questa tecnologia possa esser sviluppata su molti fronti e applicata a molte esigenze del quotidiano, non solo ludico/ricreativo, ma anche lavorativo, medico, scientifico…

Ed ecco un video che mostra un test con Oculus Rift :

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print