Trump agli alleati : biocottare Huawei

In base a quanto dichiarato dal Wall Street Journal l’amministrazione americana sta provando a sensibilizzare i Paesi alleati sull’utilizzo di dispositivi Huawei e ZTE.

Per fare ciò pare ci sia in atto una vera e propria campagna internazionale indirizzata agli operatori di telecomunicazione dei Paesi alleati.

I funzionari statunitensi avrebbero anche incontrato uno dei più importanti operatori italiani per evidenziare i rischi ma quest’ultimo pare voglia continuare ad essere partner di Huawei.

Huawei è partner dei nostri maggiori operatori TLC.

I Cinesi risultano coinvolti nelle sperimentazioni sul 5G di Bari e Matera.

Alla base del timore americano c’è la possibilità che le infrastrutture cinesi possano essere utilizzate per attività di spionaggio

Sebbene il Dipartimento della Difesa statunitense utilizza una rete satellitare per le informazioni riservate, gran parte del traffico estero utilizza proprio normali network commerciali.

Addirittura l’amministrazione Trump sarebbe intenzionata a finanziare i progetti di sviluppo delle nuove reti degli alleati con la pretesa di conoscere i fornitori in anticipo.

Queste le parole di un funzionario degli Stati Uniti al Wall Street Journal :

“Ci stiamo impegnando con i paesi di tutto il mondo per sensibilizzare sulle nostre preoccupazioni relative alle minacce informatiche nelle infrastrutture di telecomunicazioni“.

Tuttavia fino ad ora gli operatori continuano sulla loro linea

D’altronde Huawei propone oggi prodotti di qualità a prezzi molto interessanti.

Per questo motivo oggi Huawei è leader nel settore delle reti di telecomunicazione e nelle torri radio con una quota globale pari al 22%.

Tuttavia negli Stati Uniti Huawei risulta tagliata fuori dal mercato delle reti già dal 2012 a causa delle stesse problematiche legate al possibile utilizzo delle infrastrutture a fini di spionaggio o di sabotaggio.

In casa Huawei si dichiarano sorpresi dal comportamento riscontrato negli USA, negando ancora una volta qualsiasi coinvolgimento con attività di intelligence e spionaggio. Staremo a vedere.