C’era una volt Grams, motore di ricerca per le ricerche nel Deep Web

Arriva Grams il motore di ricerca per effettuare ricerche nel Deep WebC’era una volta un concorrente di Google, un motore di ricerca che si proponeva di effettuare ricerche nel Deep Web. Si tratta di Grams : vediamo che fine ha fatto e le alternative oggi esistenti.
Grams: arriva(va) il nuovo Google del Deep Web

La parte più controversa e discussa di internet, ovvero l’insieme di pagine Web nascoste ai possibili tentativi di censura o intercettazione, si trova all’interno della rete sommersa chiamata Deep Web.

E’ quella parte di internet a cui si può eccedere usando particolari software, come Tor ed appositi browser opportunamente customizzati.

Un po’ alla volta questa parte nascosta della rete sta acquisendo importanza anche tra le persone meno esperte e di conseguenza sta attirando anche investimenti allo scopo di monetizzarla in qualche modo. Stiamo parlando di motenizzazione in modo legale.

Uno dei problemi principali del Deep Web, oltre all’accessibilità, è la ricerca.

Non esiste un vero e proprio Google in grado di cercare tra tutti i siti web come si fa per l’internet normale. Qui entra in gioco Grams. O meglio, ci ha provato.

Fondato nell’aprile del 2014, Grams era un motore di ricerca che voleva portare una comodità simile a quella offerta da Google anche nel Deep Web. Indicizzando i siti web della rete Tor e rendendoli disponibili in un database utilizzabile per le ricerche tramite query, proprio come il motore di ricerca più famoso del mondo.

Come è intuibile, Grams era accessibile usando Tor, lo stesso software che si usa per accedere al Deep Web.

I siti indicizzati da Grams potevano essere, fino a pochi giorni fa, ricercati esclusivamente conoscendone il nome di dominio .onion, costituito da indirizzi non semplici da ricordare composti da cifre e lettere che spesso non hanno nulla a che vedere con il contenuto del sito e quindi difficili da ricordare.

L’admin di Grams ha fatto conoscere il proprio motore di ricerca sulla popolare board Reddit, in cui ha mostrato il funzionamento fondamentale e le sue necessità di configurare quanti più servizi online possibile per permettere un accesso più rapido ai controversi siti del Deep Web.

Il sito è stato diverse volte vittima di alcuni attacchi DDoS, ma Gramsadmin, l’amministratore del motore di ricerca, andò avanti e continuò ad offrire un punto di incontro di tutta l’offerta del Dark Web.

Gramwords

Grams introdusse anche un nuovo servizio per l’advertising online rivolto a tutte le aziende che hanno interesse a pubblicizzare servizi e prodotti nell’internet sommerso.

Il servizio si chiama Gramwords ed offre servizi simili Google Adwords. La sicurezza del sistema è garantita dall’uso delle chiavi PGP, il tutto gestibile nel pannello di controllo utente.

L’innovazione non è nel servizio in se o nell’uso delle criptomonete come valuta, piuttosto è molto interessante vedere come anche nel deep web la situazione si sta evolvendo anche per quanto riguarda l’advertising, sottolineando come anche questa grande parte della rete stia acquisendo sempre più importanza.

Poi venne la chiusura.

Grams consentiva di effettuare ricerche anche all’interno di black markets, era possibile cercare (e trovare) anche droghe ed armi, di tutti i tipi, usando la sua semplice interfaccia.

Con la crescita del motore di ricerca sono aumentati anche i costi di manutenzione e le difficoltà di indicizzare sempre più dati. Senza finanziamenti esterni Grams andò lentamente incontro all’inevitabile fine. Per la tristezza dei migliaia di utenti che usufruivano dei suoi servizi quotidianamente.

Il 9 dicembre 2017 il creatore di Grams lasciò un messaggio su Reddit spiegando che tutti i servizi offerti da Grams erano stati terminati e la completa cessazione del servizio era prevista per il 16 dicembre, e così fu.

Le alternative a Grams.

Stando agli utenti, Grams è stato il miglior motore di ricerca del Deep Web, ma le alternative non mancano.

Sono tre i principali search engines del web sommerso:

  • Torch – il più grande motore di ricerca del Deep Web, oltre un milione di pagine ricercabili.
  • DuckDuckGo – il gemello oscuro del DuckDuckGo che tutti conosciamo e che assicura un elevato livello di protezione della privacy nella ricerca nel web normale.
  • Onion URL Repository – anche qui troviamo oltre un milione di pagine archiviate e ricercabili, con qualche opzione in meno rispetto Torch.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...