Professione Webwriter : chi e come

Negli ultimi anni la diffusione del web vede nascere nuove professioni.

Si pensi solo ai professionisti SEO che si occupano di promuovere adeguatamente i contenuti di un sito web o di un’azienda, e della sua presenza sul web.  Ottimizzando i “contenuti”, al fine di una buona visibilità e indicizzazione sui motori di ricerca.

Già, i contenuti.

Gira che ti rigira, aldilà di tecniche di visibilità, banner, video, social…

I contenuti sono elemento fondamentale per essere rintracciati e dare una certa immagine.

Tutti i guru di marketing sanno che l’apparenza nella nostra società conta. Quindi l’immagine che si proietta di sè è fondamentale per avere una certa autorità.

Il marketing moderno però ha sviluppato la propria idea di proiezione di un’immagine di successo, comprendendo che l’apparenza non può più prescindere dai contenuti.

Perchè i lettori, utenti, e infine consumatori, badano al bello. Ma comprano il buono.

Ecco : raccontare tutto questo, e non solo fotografarlo o filmarlo, è un’arte.

Per questo compito si sta sviluppando sempre più la professione specializzata del WebWriter.

Chi è e cosa fa il WebWriter.

Partiamo da un inciso : chi lo scrive attaccato (WebWriter) chi no (Web Writer) ma è solo un vezzo : si tratta della stessa, nuova, professione.

Gli imprenditori del web hanno sempre più necessità dei content manager, ovvero di collaboratori a cui affidare lo sviluppo dei contenuti.

E i testi, i racconti, i messaggi che si trasmettono al mondo esterno.

Tutto ha bisogno di un cantastorie : che si tratti di un blog, che racconta storie e pareri ed esprime idee, oppure di un sito aziendale, che racconta di prodotti, e delle persone che vi stanno dietro.

E lo scrittore, che tradizionalmente sfocia la sua arte nell’editoria, dal giornalismo alla saggistica, dai romanzi e oltre, oggi può sfoggiarla in questa nuova direzione.

Con una precisazione : il WebWriter deve avere chiare anche delle nozioni di scrittura ai fini SEO,  che sul web diventano imprescindibili.

Scrivere bene è importante, scriverlo con stile aiuta a distinguersi e a trovare lavoro più facilmente. Scrivere con tecnica adatta al web assicura anche i risultati sperati dall’editore.

Un editore di libri deve vendere libri, così come un editore di giornali le copie dei giornali.

Un editore web, piccolo o grande che sia, investe nei contenuti per avere visite, e le visite sono l’elemento che gli permette di monetizzare attraverso la pubblicità. E pagare così i collaboratori.

Si innesca un ciclo virtuoso che genera lavoro e cultura.

C’è anche un software dedicato : GhostWriter.

Come ciliegina sulla torta possiamo segnalare GhostWriter : si tratta di un editor di testo realizzato appositamente per favorire la concentrazione. Chi lo fa abitualmente, come secondo lavoro o professione primaria, lo sa bene : le distrazioni sono costantemente dietro l’angolo.

E invece la scrittura richiede dedizione e concentrazione.

Appare essenziale graficamente, insieme al fondamentale conteggio, in basso, delle parole digitate.

Il download è gratuito, che si tratti di computer con sistema operativo Windows oppure Linux.

Modalità Hemingway permette di disabilitare le correzioni : lo scopo è quello di sforzare la mente nel prestare maggiore concentrazione. Riducendo così errori causati da velocità o disattenzione.

L’interfaccia è interamente tradotta in italiano e dona la possibilità di modificare il font con cui si scrive.

Le piattaforme per trovare lavoro.

Da Melascrivi agli ottimi blog e forum di Alverde, dove trovare annunci per le ricerche di webwriter da parte di editori, e anche le offerte di collaborazione da molti webwriter professionisti, e anche principianti.

Alverde è infatti il famoso blog di Paolo Moro dedicato ai professionisti del web. In particolare nel forum raccoglie molte richieste di collaborazione.

Marketplace per la ricerca ricerca di lavoro per webwriter è certamente il nostro N45.it.

Un luogo in cui anche programmatori e web designer possono trovare il proprio spazio di autopromozione e rispondere a editori e web agency che cercano collaboratori.

N45.it ha una sezione interamente dedicate ai professionisti del content (ovvero dei contenuti). Che si tratti di WebWriter o di marketing maker, N45 permette di rilasciare un proprio annuncio come offerta di collaborazione o per una ricerca di collaboratori.

Allo stesso modo il Forum di Giorgio Tave, altro storico forum che fra le sezioni specializzate non dimentica quella dedicata al copywriting e sviluppo contenuti.

Il problema dell’improvvisazione.

Concluderemmo con un tema delicato : chiunque può improvvisarsi webwriter, anche studenti con un’ottima vena da scrittori.

Questo può rappresentare un plus : vi può essere una sana concorrenza, vi può essere lavoro per tutti.

Ma improvvisarsi non significa fare un tema in classe, come a scuola : significa fare della scrittura un (primo o secondo) lavoro, a patto di :

  • avere un proprio stile.
  • dimostrare metodo e un po’ di autorevolezza.
  • sapersi vendere bene ai propri committenti, con un savoir faire commerciale e professionale.

E attenzione : il consiglio è trovare un editore serio, che paga e non sfrutta il talento, ma lo valorizza e rende anche in termini meritocratici, magari con la firma sull’articolo.

Più sarete presenti sul web, più troverete committenti e lavoro.