Come testare la nostra rete contro gli Hacker

Il pericolo di perdere i propri dati per un attacco Hacker è sempre presente. Per questo, dobbiamo capire cosa fare per proteggerci. Prima però, dobbiamo vedere dove il nostro Router è maggiormente vulnerabile.

Iniziamo dal reparto più debole conosciuto della nostra rete: la connessione Wireless.

Nota: ricordatevi sempre che questo sistema va usato per testare la vostra rete, attenetevi sempre dal non usare questi strumenti contro i Router di sconosciuti.

Non ci riteniamo responsabili di nessun uso illegale di questi strumenti.

Per prima cosa, assicuratevi d’avere a portata di mano una penna USB vuota di almeno 4Gb.

Tenete conto che sarà necessario scaricare diversi file e programmi per preparare il giusto equipaggiamento di test.

Non useremo nessuno di questi strumenti sotto Windows, piuttosto faremo uso d’una versione personalizzata di Linux.

Scaricate l’universal USB Installer  ed avviatelo con la penna inserita.

Quando vi sarà richiesto il tipo di sistema operativo da installare nella pennetta, cercate “Kali Linux” nella lista. Cliccate su Download Link. Se non vi verrà aperta nessuna pagina web per scaricare l’ISO di Kali, cliccate su “Kali home page” per cercare di scaricare il file ISO. Potete farlo sia in download diretto che tramite Torrent (che consigliamo, è più stabile).

Una volta scaricato l’iso, caricatelo in USB Installer e selezionate l’opzione per formattare la pennetta in FAT32 per la maggior compatibilità possibile. Alla fine dell’operazione, la pennetta con Kali sarà pronta all’uso.

Adesso riavviate il vostro PC con la penna USB inserita. Dovete impostare l’avvio direttamente da quella pennetta: il modo per farlo è sia aprire il menù di Boot (F12 o ESC) o entrare in BIOS (F2, Canc, o usando Windows 8 / 10). L’importante è avviare Kali dalla pennetta USB appena impostata.

Una volta che Kali sarà avviato, assicuratevi d’essere connessi alla rete ed aprite il Terminale (è l’icona simile al prompt dei comandi, o un interfaccia DOS).

Scrivete dunque questo comando:

git clone –depth 1

Una volta che avrà finito, digitate “cd airgeddon” e quindi “sudo bash airgeddon.sh”. Se vi da errore eliminate semplicemente Sudo dal comando.

Verrà avviato un programma utilizzato per testare le reti contro penetrazioni automatiche e complicate. Una volta avviato (confermate ogni passo) vi verrà presentata una lista di schede di rete.

Selezionate quella che state utilizzando per le connessioni Wifi.

Una volta all’interno del menù, passate in Monitor Mode (premendo il tasto 2) ed effettuate una scansione dei Router presenti (con il tasto 4 nel menù principale). Dopo qualche secondo, premete pure CTRL+C per fermare la scansione.

Selezionate la vostra rete o Router. A questo punto saranno disponibili una serie di attacchi che potete utilizzare per testare la protezione. Noi consigliamo quelle da 7 a 10, il quale tenteranno di estrarre la vostra chiave WPS per penetrare il Router.

Se ne uscite indenni, il vostro Router è già protetto da buona parte degli attacchi disponibili agli Hacker meno esperti.