Quali rischi comporterà avere uno Zombie Phone

Quali rischi comporterà avere uno Zombie Phone

Torniamo su una notizia di maggio : Google aveva ufficializzato di concretizzare un efficiente piano per tenere i cellulari più nuovi sempre aggiornati, escludendo però completamente quelli più vecchi.

Si tratta di un programma di “protezione minima” che va da aggiornamenti per la sicurezza dello smartphone, fino alla patch completa per il sistema operativo Android.

Secondo Google quando si passerà al prossimo modello di Pixel, il precedente avrà appena 18 mesi di aggiornamenti relativi alla sicurezza : e per il 2019 il vostro Pixel non riceverà più alcun aggiornamento.

E’ bene ricordarlo per evitare rischi sempre più incombenti per l’uso massiccio degli smartphone nella rete : le minacce di virus a diffusione mobile sono sempre più ricorrenti, ed avere un device aggiornato è importante per se stessi oltre che per evitare di diventare untori di virus.

Per la fine del 2018 sarà il turno di Android.

Apparentemente può non figurare come un grosso problema, visto che a quel punto il Google Pixel avrà almeno 3 anni,  ma il fatto è che molti utenti, italiani compresi, posseggono smartphone che vanno ben oltre quella durata.

Altre aziende, a partire da Samsung, seguiranno la stessa logica.

Non ricevere più aggiornamenti per Android , dopo appena 2 anni dall’uscita dello smartphone, lo sottopone a rischi non indifferenti per la sicurezza dei nostri dati.

Questo crea la sindrome dello Zombie Phone: cosa significa?

Il problema d’avere uno Zombie Phone può rappresentare un problema più grande di quale che appare a prima vista.

Uno smartphone semi nuovo che non viene più aggiornato è un pericolo per la sicurezza dei nostri dati , ma anche per quella altrui.

Se veniamo infettati da un virus sappiamo quanto lo scopo di quest’ultimo sia quello d’infettare anche altri Smartphone intorno a lui.

E questo crea il terribile effetto da epidemia, che film e videogiochi hanno teorizzato già anni fa.

Uno Zombie Phone è “vivo” , nelle nostre mani, ma non è più aggiornato.

Non più supportato dalla casa che l’ha prodotto, e come tale per il costruttore è da definirsi moribondo.

L’effetto Zombie Phone non impedirà certo allo smartphone di funzionare, potremo sicuramente arrivare a definirlo  un affronto pensare che possa essere diventato “vecchio”.

Ma purtroppo sarà destinato ad essere un rischio per il proprietario, e per tutti gli smartphone che entrano in comunicazione con lui.

 


Condividi il contenuto su...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*