Mercury , un altro ritorno per Blackberry

Chissà quale saranno le reazioni al nuovo modello che RIM si appresta a lanciare il prossimo 25 febbraio a Barcellona, il Blackberry Mercury.

Come più volte ribadito anche da noi di MondoTecno,  BlackBerry ha ormai intrapreso la strada del sistema operativo Android un po’ troppo in ritardo rispetto alla concorrenza.

Ma il percorso ora è segnato.

Innanzitutto c’è da dire che Mercury si contraddistingue per la sua fisicità.

blackberry-mercuryIn particolare perché comunque ha una tastiera fisica che caratterizza quello che è lo stile classic di BlackBerry.

Rispetto ad altri smartphone è un tratto distintivo, ma oltra la tastiera anche la possibilità di gestire un sistema operativo molto efficace ed efficiente.

Prodotto , per conto della casa madre canadese RIM, dalla cinese Tcl che è tra l’altro proprietaria dei dispositivi Alcatel.

Sicuramente un cellulare di fascia alta e le caratteristiche tecniche sono la dimostrazione.

  • Processore Snapdragon 821
  • Display da 4,5 pollici con una risoluzione Full HD.
  • Batteria di 3400 MB A.
  • 3 GB di RAM
  • 32 giga di memoria

Un comparto fotografico di tutto rispetto che vanta una retro da 18 e una frontale da 8 megapixel.

È possibile ricaricare questo cellulare attraverso l’USB C ,  inoltre le cuffie possono essere utilizzate anche attraverso il bluetooth oppure attraverso un nuovo tipo di cavo.

Un’altra caratteristica è la presenza di Android 7.0 nougat che ha un’interfaccia molto particolare ed inoltre dà la possibilità di accedere a numerose app e dare una gestione dei messaggi unica , grazie al BlackBerry hub.

Tra le altre cose in Blackberry Mercury è presente l’app per la sicurezza DTEK.

Il concetto di sicurezza è da sempre molto caro a RIM, e sinonimo di Blackberry.

DTEK consente di monitorare il livello di protezione del telefono : in questo modo sarà possibile tenere sotto controllo gli accessi a fotocamera, microfono, posizione e a tutte le informazioni personali presenti all’interno del dispositivo.

C’è da dire che anche il suo prezzo sarà sicuramente da fascia alta ma, come dicevamo,  sarà reso noto ufficialmente solo alla presentazione, al Mobile World Congress di Barcellona, il prossimo 25 febbraio.