Niente più smartphone di piccole dimensioni

La settimana scorsa Apple ha introdotto ben tre nuovi modelli di iPhone. Tutti basati sul precedente iPhone X, i nuovi Iphone XR, XS ed XS Max proseguono sulla via tracciata dall’X e lo migliorano in tutto, dal processore alla fotocamera passando per nuove funzionalità introdotte con l’aggiornamento di iOS alla versione 12, a breve disponibile per tutti.

Nel 2016 Apple introdusse l’iPhone SE soddisfacendo i numerosi clienti che hanno sempre voluto smartphone di piccole dimensioni.

Comodi da usare con una sola mano e non più grandi di 5 pollici, meglio se meno, come i 4” del SE.

Oltre ad essere più maneggiabile, l’iPhone SE è stato venduto ad un prezzo decisamente più abbordabile con un lancio a solic 400$.

L’anno successivo, durante il 2017, non c’è stato alcun rinnovo del SE.

Così è stato anche quest’anno, uccidendo totalmente la possibilità di acquistare uno smartphone Apple di piccole dimensioni. Tanto che alcuni gruppi femministi hanno protestato in quanto gli attuali iPhone sono tutti troppo grandi per le donne. [fonte The Telegraph]

Le ultime possibilità rimaste per i consumatori dalle mani più piccole o che semplicemente non vogliono uno smartphone enorme sono due :

  • affidarsi a qualche produttore orientale che ancora commercializza modelli di tali dimensioni
  • oppure l’ultimo piccolo della Sony, l’Xperia XZ2 Compact, che comunque col passare dei mesi sarà già considerato superato.

Inoltre almeno per ora Sony non ha menzionato in nessun modo un possibile seguito.

Gli smartphone con display piccoli non vendono abbastanza.

Possiamo dire con certezza che dietro tali scelte di mercato vi siano analisi recenti che mostrano come i “piccoli” faticano ormai ad essere tenuti ancora in considerazione.

Col tempo i display sempre più grandi hanno iniziato ad invadere il mercato.

A breve è probabile che vedremo qualcuno che dovrà usare due mani per tirar fuori un XS Max dalla tasca, ovviamente si scherza ma non siamo lontani dalla realtà.

 

I display grandi hanno i loro vantaggi.

Creano posto per batterie (un po’) più grandi, non richiedono di minimizzare l’hardware interno come invece è necessario per gli smartphone più piccoli, si dissipa meglio il calore e soprattutto sono più comodi da usare quando abbiamo entrambe le mani libere.

Inoltre è cresciuto sempre di più l’uso di app per la visione di contenuti in streaming, tra cui Youtube e Netflix. Pertanto uno schermo grande, magari ad alta risoluzione, concede un’esperienza decisamente migliore.

Una consolazione è data dal nuovo standard dei display 18:9 : essendo più lunghi rispetto il classico 16:9 sono più maneggiabili, e un 5.5” nel nuovo formato è più comodo di un vecchio 16:9.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print