Recensione Galaxy A7

Dopo aver presentato il nuovo Galaxy A9 con 4 fotocamere, Samsung sta spingendo sempre di più la sua linea di smartphone mid range Galaxy A, tra cui anche il Galaxy A7.

Nonostante il nome contenga un numero inferiore, il Galaxy A7 sotto diversi aspetti è migliore anche del fratello A8, vediamo quali sono le caratteristiche.

Samsung Galaxy A7

Samsung Galaxy A7

Display da 6″ SuperAMOLED

A colpo d’occhio la prima caratteristica che si nota è l’ampio display da 6″.

Molto luminoso e dai contrasti fantastici grazie al pannello Samsung SuperAMOLED, la stessa tecnologia usata anche nella linea Galaxy S e Note. La risoluzione è Full HD+ di 1080 x 2220 pixel e con densità di 411 ppi (pixel per pollice), non estremamente elevata ma non da problemi nonostante la dimensione dello schermo.

Tre fotocamere

Prendendo il telefono in mano e girandolo sul retro, troviamo la vera caratteristica distintiva di questo device: le tre fotocamere posteriori. Prima ancora di osare mettendone quattro sull’A9, Samsung ne ha inserite ben tre sull’A7. Posizionate a semaforo, la prima fotocamera, quella più in alto, è da 5MP e viene usata come sensore di profondità per l’effetto sfocatura dello sfondo. Segue la fotocamera principale da ben 24 MP con Auto Focu e apertura focale f1.7 in grado di catturare abbastanza luce e realizzare foto sufficientemente dettagliate anche in notturna. La terza ed ultima fotocamera, posizionata in basso, è la vera sorpresa che farà felici molti, il sensore è da “soli” 8MP” ma la lente è una lente Ultra Wide da 120° con apertura f2.4 in grado di far entrare nella scena più spazio rispetto la classica fotocamera.

Sul frontale invece abbiamo un’unica fotocamera che con i suoi 24MP e l’apertura f2.0 permette di scattare bei selfie e farci vedere in modo nitido in una videochiamata.

Samsung Galaxy A7

Samsung Galaxy A7

Sotto il cofano

La dotazione hardware è tra le più complete, processore Exynos ad otto core 2.2GHz, 4GB di RAM, 64GB di storage intorno espandibile tramite Micro SD fino a 512MB, batteria da 3300 mAh (si poteva fare di meglio considerando la grandezza di questo smartphone), trasmettitore NFC, supporto all’LTE di categoria 6, Wifi AC, Bluetooth 5.0, punto debole la presenza della connessione Micro USB invece del Type C.

Come sempre Samsung deve in qualche modo prendere un ottimo prodotto e levare delle caratteristiche interessanti per evitare di cannibalizzare i propri top di gamma.

Ad esempio il Galaxy A8 ha il Type C ma solo 32GB di memoria interna, se l’A7 fosse stato poco più piccolo e con il Type C sicuramente sarebbe stato un must buy per tanti utenti, ma il vecchio Micro USB e lo schermo così grande saranno un limite non superabile da molti.

Se riuscite a convivere con gli ultimi due difetti elencati, considerando che la grandezza dello schermo per qualcuno può anche essere un pregio, allora questo smartphone è davvero un ottimo acquisto, il prezzo attuale non è esagerato e se volete un Samsung che sia quasi un top di gamma senza spendere troppo, lo avete trovato. Inoltre, volendo o no, gli schermi SuperAMOLED hanno sempre il loro perché.