Samsung Galaxy A8 : versatilità e potenza

Il mondo degli smartphone non è formato solo dai potentissimi (e altrettanto costosi) top di gamma. Lo sa bene Samsung, che ha nel suo listino una moltitudine di device di tutte le fasce di prezzo e in grado di soddisfare le specifiche esigenze di ciascun cliente.

Samsung Galaxy A8 si colloca sì nella cosiddetta fascia media.

La cosiddetta “fascia media” include device che si adattano alla maggior parte dei compiti e delle esigenze, garantendo un buon rapporto qualità/prezzo, offrendo prestazioni al vertice della categoria.

Non dilunghiamoci troppo, però, e passiamo ai fatti.

Il Galaxy A8, nella sua versione più aggiornata, è un telefono molto solido.

Lo si nota immediatamente stringendolo nella propria mano. La cornice in metallo, la parte posteriore in vetro e lo spessore di 8,4mm lo rendono davvero semplice da impugnare.

Permettono di trasmettere una grande sensazione di affidabilità e robustezza.  Prima di accendere lo smartphone, diamo una rapida occhiata a quelle che sono le caratteristiche hardware che si nascondono dietro la scocca.

Il cuore pulsante dell’A8 è un Exynos 7885 con processore octa-core che lavora alla frequenza di 2.2 Ghz, abbinato ad una GPU Mali G71 e 4 GB di RAM.

Comoda, finalmente, la posizione del sensore per lo sblocco tramite impronta digitale, posizionato sotto la fotocamera posteriore.

Il Samsung Galaxy A8 è dotato di uno schermo da 5,6 pollici Infinity Display.

La tecnologia è SuperAMOLED e la risoluzione 2220×1080 pixel (da notare la presenza della funzione Always-on-display).

Avviato il dispositivo, ci si trova davanti ad una versione di Android che è la 7.1.1 Nougat personalizzato, come da tradizione, con l’interfaccia Samsung.

Quest’ultima, seppur obiettivamente meno reattiva rispetto all’esperienza Android “nuda e cruda”, maschera bene qualche piccolo rallentamento, garantendo un’esperienza d’uso di alto livello.

Buono il comparto fotografico: posteriormente troviamo una fotocamera da 16 Megapixel con apertura f/1.7 (che consente, cioè, un’ottima luminosità).

Permette di catturare scatti niente male ma, è dovere dirlo, ci è particolarmente dispiaciuto per la mancanza di una stabilizzazione ottica.

Frontalmente, invece, troviamo un sensore da 16 Megapixel con apertura f/1.9 abbinata ad un sensore grandangolare da 8 Megapixel che permette sia di effettuare foto frontali “panoramiche”, sia di effettuare scatti con sfocatura dello sfondo.

Samsung Galaxy A8  è spinto da una batteria da 3000 mAh.

Non sembra nulla di particolare ma, possiamo assicurarlo, è più che sufficiente per gestire tutte le operazioni giornaliere nel massimo dell’affidabilità.

Il prezzo? Il Samsung Galaxy A8 (2018) è offerto sul mercato con un prezzo di listino di 529€.

Probabilmente superiore a ciò che ci si aspetterebbe da questo smartphone ma, fortunatamente, è già possibile trovare ottime offerte su questo device.