Smartphone : i top di gamma LG

LG si è ormai definitivamente affermata tra le migliori produttrici di smartphone al mondo.

I suoi modelli sono tra i più venduti sul mercato Europeo e non. Uno dei punti a favore di LG sono proprio i suoi smartphone, che sono caratterizzati dalla buona fattura dei materiali e dai software di ultima generazione.

Diamo più di un’occhiata ai  top di gamma LG.

LG G7 ThinQ

L’attuale modello in cima alla fascia alta del produttore koreano è il G7 ThinQ, erede del G6 non molto apprezzato, ne prosegue la nomenclatura ma ha tutt’altro carattere ed è molto appetibile.

A qualcuno piace a qualcuno no, il G7 ThinQ presenta la novità più discussa dell’anno: il notch, ovvero il dentino posto nella parte superiore del display per fare posto alla fotocamera e all’altoparlante per le chiamate.

In linea di massima è simile a quello dell’iPhone X. Il display pur essendo grande è piuttosto comodo con i suoi 6.1” grazie ai bordi stretti, il telefono si tiene in mano facilmente.

La risoluzione è di 3120×1440 pixel, schermo quindi ben definito di tipo LCD IPS a 564 ppi, uno dei valori più alti tra tutti i top di gamma. Il vetro è un resistente Gorilla Glass 5.

Sotto il cofano troviamo processore Snapdragon 845 supportato da 4GB di RAM, GPU Adreno 630 e 64GB di storage con supporto alla Micro SD (spazio condiviso con la SIM secondaria, usate due SIM oppure una SIM e una SD).

La fotocamera è doppia, 16 + 13Mp con apertura F1.6 e stabilizzazione ottica, quella frontale è 5Mp ma scatta davvero bei ritratti.

Non manca supporto alla registrazione video in 4K e in slow motion 120 fps.

Sistema di geolocalizzazione con A-GPS, Glonass e il nuovissimo sistema europeo Galileo.

LG V30 (e plus)

Se volete un top di gamma LG ma il notch del G7 proprio non vi va a genio, il V30 potrebbe essere la vostra scelta ideale, la fascia di prezzo è praticamente la stessa ed esiste anche in versione plus.

Le altre differenze sostanziali che ha rispetto il fratello sono il sistema operativo in versione 7.1.2 Nougat aggiornabile ad Oreo, processore di una generazione precedente ma comunque più che performante, lo Snapdragon 835, display leggermente più piccolo che si ferma a 6” però in questo caso è di tipo OLED (e LG fa davvero dei bellissimi OLED).

Per il resto è praticamente identico, stabilizzazione ottica, doppia fotocamera con apertura F1.6, Gorilla Glass 5, slot di espansione Micro SD, video 4K e slow motion 120 fps.

LG Q7

Il G7 e il V30 sono fuori portata ma volete comunque un LG di un certo livello? Dobbiamo abbassare un pochino l’asticella ma qualcosa c’è, il Q7.

Display da 5.5”, buona luminosità e risoluzione full hd che permette caratteri nitidi e ben definiti. Purtroppo LG in questo caso è stata un po’ di braccino corto e ha posizionato un processore Mediatek 6750S, non prestante come la controparte Snapdragon, in sostanza è la caratteristica meno interessante del telefono.

RAM di 3GB e 32GB di storage sono invece adatti alla categoria, espandibili tramite Micro SD. Presente il modulo dual SIM. la batteria non è male anche se il processore scalda parecchio ma tutto sommato riesce a portare l’utente a fine giornata.

Il comparto software è la cosa più riuscita di questo smartphone, reattivo, carino esteticamente, Android 8.1 super aggiornato, non ci sono troppi bloatware.

La ricezione è buona, presente anche la radio FM e per la felicità degli audiofili troviamo un DAC dedicato di discreta qualità.