Tutto pronto per la rivoluzione del Huawei P20

  • 3 fotocamere.
  • 40 Megapixel
  • Zoom 5x

Vi basta come biglietto da visita?  E’ in arrivo il nuovo top di gamma di Huawei.

Huawei P20, in versione Pro e Lite, promette di fare grandi numeri.

Come non citare fin da subito i dettagli tecnologici che distingueranno questo nuovo gioiellino dalla concorrenza.

Il triplo sensore posteriore è realizzato in partnership con la tedesca Leica, fra i top per la produzione del comparto tecnologico fotografico. E avrà una risoluzione seriamente impattante.

E aprirà la sfida ai top di Samsung (Galaxy S9)  e di Apple (iPhone X).

La quarta evoluzione della serie P.

Dopo l’economico e rispettabile P8, arrivò il giro di boa con Huawei P9. Uscito sul mercato nel 2016, segnava discontinuità dopo aver aggredito la fascia bassa ed economica con il predecessore.  Sottolineiamo che, in ogni caso, il Huawei P8 continua tuttoggi a fare ottimi numeri di vendita fra chi può permettersi di meno.

Poi nel 2017 il P10 tentò un ulteriore svolta, ma senza essere una reale soluzione in discontinuità con il P9.

E’ finito con l’essere un modello apprezzabile ma sostanzialmente troppo simile al precedente.

Il salto anche nei numeri, da P10 al P20, vuole proprio dare l’idea di vera svolta.

Tre versioni :

  • classico P20
  • economico P20 Lite
  • top di gamma P20 Pro

E’ sul terzo che i cinesi stavolta vogliono fare i fuochi di artificio arrivando, per la prima volta nella storia in uno smartphone, monta ben 3 fotocamere posteriori.

Lo stesso CEO Richard Yu ne ha parlato come di un dispositivo in grado di fare concorrenza alle macchine fotografiche. Scopriremo presto se quest’ultima promessa sarà seriamente mantenuta.

Di certo le caratteristiche che già sappiamo, dallo zoom 5X alla risoluzione di 40 Megapixel, fanno ben sperare.

Perchè 3 fotocamere su Huawei P20  Plus?

La domanda è lecita : una non basterebbe? Sono 3 obiettivi, e ha un senso che vi siano :

  • il primo ha un sensore a colori RGB da 40 Megapixel, con apertura ottica da f/1.8
  • il secondo è in bianco e nero e da 20 Megapixel, con apertura ottica da f/1.6
  • mentre il terzo è un teleobiettivo da 8 Megapixel con ingrandimento 3x, con apertura ottica da f/2.4.

Tre fotocamere posizionate a mo’ di semaforo, una sopra l’altra in verticale, fra le quali il modulo in bianco e nero è utile per scattare ritratti e migliorare la dinamica.

Huawei P20 in versione classica avrà 2 fotocamere.

Quindi il P20 avrà 2 fotocamere, le rivoluzionarie 3 saranno presenti sul modello Plus.  Tutte comunque sfrutteranno l’intelligenza artificiale (AI) per identificare il soggetto da inquadrare, regolare in modo automatico le impostazioni della fotocamera stessa, e rendere uno scatto dal risultato ottimale.

Mentre la modalità “super night” garantisce foto vivide anche di notte, e senza bisogno di un piedistallo grazie alla modalità “mano libera”. Huawei P20 utilizza infatti l’AI anche per stabilizzare l’immagine, catturare dettagli anche minimo e assicurare il risultato con nitidezza.

Il P20 Pro riesca a scattare in sei secondi un centinaio di foto proprio per evitare il mosso, sovrappone in tempo reale questi scatti.

Non manca anche l’assistente : L’AI infatti percepisce la foto che si desidera realizzare e valorizza la creatività del fotografo supportandolo fino allo scatto perfetto.

Le premesse son davvero impressionanti (e forse anche troppo) e Huawei assicura risultati praticamente da fotografi professionali. Anche quando si tratta di scatti velocissimi e di soggetti in movimento : la velocità dallo stand-by allo scatto è di 0,3 secondi.

Anche l’aspetto dei video non è stato trascurato : rallentando sino a 32x  permette di non perdere mai in qualità, grazie a riprese video a 960 fps , ogni frazione di secondo è visionabile con eccellente qualità.

Mentre l’assistente fotografico stabilizza il girato compensando vibrazioni e movimenti della mano poco ferma.

E la camera anteriore? Ben 24 MP per l’intelligenza artificiale

Anche i selfie ormai sono un elemento importante del comparto fotografico di uno smartphone.

I costruttori di smartphone lo sanno bene e Huawei non ha tralasciato il dettaglio di una fotocamera frontale altrettanto potente.

Il software a bordo di Huawei P20 Pro.

Huawei P20 Pro “monta” l’Android più recente, Oreo 8.1 , personalizzato nella grafica grazie all’interfaccia Emui 8.1.

Rimanda a diverse analogie con iPhone X : dai bordi a spessore costante, alla cornice in alluminio cromato. La fotocamera frontale viene utilizzata per il riconoscimento facciale in 2D (non 3D come il Face ID di Iphone).

Rimane sul lato anteriore il sensore di impronta digitale.

Poi un processore proprietario Huawei (il Kirin 970) e (per la versione Pro) fino a 128 GB di memoria non espandibile. Un display Amooled  6,1 pollici con risoluzione 2240×1080.

Manca il Jack audio (e qui avremmo qualcosa da dire…) quindi solo Blue Tooth.

Video di presentazione a Parigi di Huawei P20.

 

Huawei P20 e Huawei P20 Pro : quali le differenze?

In parte le abbiamo già evidenziate, ma qui andiamo sui dettagli a confronto :

Dimensioni :

  • Huawei P20 : schermo da 5.8
  • Huawei P20 Pro : schermo da 6.1

Fotocamere :

  • Huawei P20 : due fotocamere sul retro
  • Huawei P20 Pro : tre fotocamere sul retro

Sensori :

  • Huawei P20 : 12+20 Megapixel
  • Huawei P20 Pro : 40+20 Megapixel

Ram :

  • Huawei P20 : 4 GB di ram
  • Huawei P20 Pro : 6 GB di ram

Batteria :

  • Huawei P20 : 3.400 mAh
  • Huawei P20 Pro : i 4.000

A differenza della versione Pro, Huawei P20 non avrà certificazione IP67 contro acqua e polvere e uscirà al pubblico con un punto prezzo di 679 euro , colorazioni nero e blu scuro, oltre al colore Twilight, nuovo “blu metallizzato” cangiante con riflessi verdi.

Mentre Huawei P20 Pro esce al pubblico con un pricing stabilito in 899 euro (decisamente giustificato da tutto il comparto tecnologico a bordo).

E la versione Lite ? Non mancherà il P20 Lite.

Sembra proprio che Huawei non voglia lasciare indietro nessuno, ed in uno slancio di democraticità commerciale, tenterà di coinvolgere anche una fascia di pubblico dal minore potere di spesa, con la versione Lite.

Versione che, in anticipo sul lancio di Parigi, è già in vendita in Italia.

Anche il Huawei P20 Lite qui mantiene una doppia fotocamera posteriore : 16 + 2 MPixel, 4 GB di Ram e 64 GB di spazio, espandibile con Micro SD.

Batteria da 3.000 mAh.

Prezzo stabilito : 369 euro.