Undela: recuperare file cancellati dal Cestino

Accidentalmente può occorrere ad utenti di qualsiasi capacità di cancellare, seppur involontariamente, alcuni file dal proprio computer. 
Può accadere che succeda anche dalle periferiche USB espandibili ed estraibili.
Cestino svuotato, quando normalmente si ritiene di non avere più chance di recuperarli con successo, eccome come recuperare i file.
Come recuperare file cancellati da Windows

I sistemi operativi di Windows e Linux non supportano di default funzioni apposite per ottenere reintegri dei file gettati ed eliminati dal Cestino.

Infatti quando si elimina un file o una cartella i dati non sono effettivamente brasati, bensì continuano a risiedere, nascosti, nel sistema operativo.

File e cartelle eliminate sono ancora presenti nel disco rigido e possono essere recuperati.

Esiste un efficace rimedio ai file cancellati in grado di facilitare il recupero ed il ripristino di detti file, trovando tra le migliori alternative il software Undela.

Undela è un software tanto potente quanto gratuito, con interfaccia integrata multi-idioma (è presente anche in Italiano).

Undela è in grado di offrire il recupero dati dal disco rigido, oppure da un supporto rimovibile (MS, MMC, Flash Card, SD, USB e numerosi altri).

I file system supportati da tale programma sono:

  • NTFS
  • NTFS5
  • FAT12
  • FAT16
  • FAT32
  • XFS.

Tramite Undela sarà possibile effettuare operazioni di recupero anche tramite Linux.

Il software mostrerà l’anteprima degli elementi eliminati prima dell’inizializzazione del processo di recupero, con possibilità di selezionare singole cartelle.

Sarà possibile scansionare la porzione di Cestino da recuperare.

Tramite :

  • Scan, la ricerca più rapida per file recenti
  • Scansione completa (post formattazione o crash)
  • Advanced (recuperare gravi danni di file system).

Individuando il disco tramite una semplice GUI, intuitiva e potente, lasciando operare autonomamente il programma, è possibile garantire il recupero istantaneo dei file dati per perduti, in maniera definitiva.