Quali sono le caratteristiche indispensabili per scegliere un nuovo monitor TV da acquistare

Cosa succede quando dobbiamo usare una TV come uno schermo per il nostro PC? A regola ogni televisione ha una entrata HDMI, la stessa uscita che possiamo utilizzare per ogni tipo di Monitor odierno (DisplayPort a parte).

E il mercato è in grado i offrirci una vasta gamma di monitor TV.

Nulla quindi ci impedisce di usare una tv come schermo per il nostro PC.

Ecco qualche dettaglio che vale la pena tenere d’occhio se vogliamo usare la nostra TV per questo scopo.

Tempo di risposta.

Viene chiamato anche Input Lag e viene misurato in MS. Ad esempio uno schermo da 50Ms sembra rapido ma in realtà non lo è. Normalmente questo fattore non è importante se usiamo la TV come svago per guardare film, serie o programmi vari.

Come Monitor è invece cruciale. Specialmente se vogliamo usare lo schermo per fare una partita al videogame di ultima generazione.

O ancora : muovere un mouse o navigare sulla rete con un’alta quantità di MS non è gravoso.

Se volete un consiglio in questo ambito: cercate sempre uno schermo che possa abilitare la modalità gioco. Questa modalità riduce al minimo la risposta in MS, anche se a sacrificio di alcuni fattori qualitativi, che però spesso non rientrano negli aspetti dell’uso da PC.

Disattivare alcune funzioni come il Motion Plus (funzione tipica di molte TV Samsung) può inoltre aiutare sotto quest’aspetto.

Una risoluzione molto alta va di pari passo con una frequenza adatta.

Questo non è un grosso problema se stiamo usando la TV alla distanza giusta, spesso consigliata per il suo uso standard, ma può iniziare a creare problemi se invece dobbiamo stare a corta distanza dallo schermo tutto il tempo.

E’ preferibile cercare TV che hanno una frequenza più alta di 60Hz. Per fortuna vi è una buona quantità di televisioni 4K UHD che hanno una frequenza di almeno 120Hz.

Tenete a mente che seppure le marche più pregiate commercializzano TV con una frequenza d’aggiornamento altissima (480Hz). A volte questo dettaglio è il risultato d’un arricchimento software, che raddoppia una normale frequenza per via di funzioni come il Motion Plus.

Questo aspetto non rientra nell’uso da Monitor per PC. Concentratevi su TV che abbiano 120-240Hz di frequenza nativa.

Le fedeltà nei colori è importante per scegliere il monitor TV.

Non solo per la visione delle nostre trasmissioni preferite, ma anche per l’uso del PC.

Se vogliamo vedere immagini con colori vividi che riproducono la fonte con alta precisione dobbiamo concentrarci sul fattore sRGB. Solitamente su molte TV la percentuale è alta (più è alta, meglio è). Valori come 70-90% rappresentano il miglior risultato possiblie.

Non dimentichiamoci che la scheda video può agire su gran parte delle caratteristiche, fra cui la luminosità, il contrasto e la colorazione.

E le funzioni speciali?

Molte di queste sono studiate per l’uso standard dello schermo, ergo come usa ogni TV quotidianamente.

Se ci sono delle funzioni dedicate ai Gamers, e perciò al gioco, provate ad attivarle. Generalmente queste impostazioni non possono che aiutare.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...