Nuovi schermi televisivi : cosa comprare, cosa offre il mercato

Il mercato dei nuovi schermi televisivi ha subìto una metamorfosi notevole con il passare degli anni.

Considerando le prime apparizioni delle televisioni nelle proprie case (che risalgono alla fine della prima guerra mondiale), dopo quasi cent’anni siamo arrivati a tecnologie avanzatissime come quella LED e OLED.

Già quando furono lanciati sul mercato i primi tv al plasma sembrava di vivere una rivoluzione tecnologica.

Tuttavia, la tecnologia LED ha sorpassato di gran lunga quella degli schermi al plasma, non solo per quanto riguarda i consumi ma anche per quanto riguarda la risoluzione.

Vediamo nello specifico quali sono oggi i modelli più richiesti e le tecnologie più utilizzate.

Tecnologie LED,  LCD, Oled : ecco le differenze.

LCD sta per Liquid Crystal Display : è la prima tecnologia, fra le tre, a fare la sua comparsa sul mercato.  Prevede un pannello composto da tante celle contenenti cristalli liquidi.  Questi ultimi, alimentati da corrente elettrica, si attiva e colorano secondo necessità. Normalmente retroilluminati da lampade a CCFL (ovvero : neon a catodo freddo).

LED sta per Light Emitting Diode, ovvero diodo a emissione di luce. La struttura è pari a quella dei tv led, pur sfruttando la capacità di alcuni materiali semiconduttori di produrre fotoni, attraverso un fenomeno di emissione spontanea. Il vantaggio dei tv LED stanno, fondamentalmente, nel maggiore contrasto tra bianchi e neri, con colori più accesi. Inoltre sono schermi decisamente più sottili dei precedenti. Successivamente è stata promossa la tecnologia Full LED.  In quest’ultimo caso l’illuminazione non risiede solo sui lati dello schermo, ma sull’intero pannello. il risultato corrisponde a maggiore luminosità e all’oscuramento di alcuni punti luce garantendo neri perfetti e una qualità d’immagine altissima.

OLED significa Organic Light Emitting Diode, cioè diodi luminescenti.  E’ la tecnologia più recente fra le 3.  Lo strato elettroluminescente è composto da materiali organici, basati sul carbonio. Gli schermi OLED non richiedono retroilluminazione, con il risultato di una qualità d’immagine perfetta e rapporti di contrasto ottimali, neri profondissimi e colori vivaci.

Gli schermi televisivi moderni

Innanzitutto, possiamo considerare alcuni brand che stanno prendendo sempre più piede nel campo degli schermi televisivi.

Fra le marche onnipresenti sul mercato possiamo considerare LG, Sony e Panasonic.

Da notare che tutti e tre i brand dispongono di modelli LED, LCD e OLED.

Queste tre risultano essere le tipologie di televisione di ultima generazione.

Per quanto riguarda LG, possiamo citare un modello a tecnologia LED chiamato LG SJ957.

Giusto per fare un esempio, possiede un pannello 4K (ovvero possiede una definizione Ultra HD) ed una tecnologia HDR (tecnologia che garantisce dettagli ottimi per quanto riguarda i fotogrammi), oltre che possedere uno stile di design sofisticato.

Di Panasonic  invece possiamo considerare il modello Panasonic DX900. Quest’ultimo è un televisore con un pannello 4K e una tecnologia HDR. Il Panasonic DX900 possiede una certificazione THX che certifica prestazioni audio di massimo livello.

Ultimi ma non meno rilevanti sono gli schermi televisivi targati Sony.

Non solo Sony si specializza sulle nuove tecnologie LED e OLED, ma presenta estetiche eccentriche e con design ricercati. Un modello come il Sony A1 risulta affascinante e tecnologicamente innovativo.

Basti pensare alla tecnologia OLED che fornisce un dettaglio d’immagine sempre più minuzioso e vicino alla realtà.

Oramai crearsi un “cinema” in casa propria sta diventando piuttosto comune e questo sta diventando possibile grazie alle innovazioni che brand come Sony ed LG stanno introducendo sul mercato.

Strizzando un occhio sia al risparmio energetico (vedi la tecnologia LED) sia al dettaglio minuzioso dei dispositivi HDR.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...