WhatsApp, guida al backup conversazioni su Google Drive

whatsapp

Whatsapp, dopo l’introduzione di chiamate vocali e nuovi feature che hanno suscitato parecchio clamore, tra cui l’introduzione del segno di doppia spunta blu, torna a far parlare di sé grazie ad un update significativo per Android, che a breve giungerà anche su iOS: la possibilità di effettuare backup di chat e immagini scambiate con i nostri contatti. Segue una breve guida relativa a come utilizzare questa funzione a partire da oggi, su terminali Android.

Studiata per non perdere nessuna delle conversazioni scritte a cui teniamo particolarmente, la nuova funzionalità di backup Google Drive per le chat WhatsApp è già stata accolta da qualche giorno dalla maggioranza degli utenti del popolare servizio di messaggistica. Per salvare su cloud conversazioni ed immagini fotografiche importanti, ci è sufficiente possedere un account Google e la nuova versione WhatsApp sotto forma di APK per Android.

Scaricando l’ultima beta update dell’instant messenger WhatsApp dal link seguente http://www.apkmirror.com/apk/whatsapp-inc/whatsapp/whatsapp-2-12-45-android-apk-download/ è possibile entrare in possesso della versione a partire dalla quale l’interfaccia Google Drive è raggiungibile da WhatsApp. Installata l’applicazione, sincronizzeremo le conversazioni esistenti e quelle in arrivo, accedendo alla voce Impostazioni Chat -> Backup Chat (o Backup delle Chat a seconda dell’update di cui si è in possesso). Acconsentiremo poi all’APK di interfacciarsi con il nostro account Google, decidendo poi dal menu apposito con quale frequenza updatare il sync tra conversazioni e Drive, se con frequenza giornaliera, settimanale o mensile.

La procedura di sincronizzazione verrà effettuata automaticamente da WhatsApp: in questo modo il servizio di messaggistica più amato al mondo si predispone ad essere sempre più completo nelle sue funzioni, per superare definitivamente app alternative quali Telegram, che ha già dimostrato di essere un’alternativa scelta da numerosi utenti nei momenti in cui alcuni blackout di WhatsApp hanno portato al popolo dei frequentatori delle chat su altre piattaforme.

WhatsApp sempre in prima linea, dunque, e sempre più in grado di aderire alle necessità degli utenti, in attesa del prossimo feature implementato da Facebook nel servizio di chat che intelligentemente acquisì nel 2014 in vista di una sua crescita effettivamente avvenuta.

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...