Facebook Gifts vs Amazon Gifts: in progetto inviare regali su Facebook

Facebook Gifts vs Amazon Gifts: in progetto inviare regali su Facebook Amazon nelle mire di Facebook: con i Facebook Gifts inizia la guerra agli Amazon Gifts con possibilità di personalizzare anche il design della confezione!

Facebook Gifts: la sfida del social network ad Amazon

Dopo l’offerta di un numero di in-app, giochi, pubblicità e quant’altro la mente di Mark Zuckerberg è riuscita a produrre negli ultimi tempi, Facebook decide di implementare una modalità di rapporto con i propri utenti in grado di mettere in serio pericolo la leadership di servizi quali le celebri Gift Card di Amazon.

Facebook consentirà, a quanto pare, la proposizione di una piattaforma B2C (business to consumer) in grado di permettere agli utenti di fare doni ad amici e conoscenti iscritti alla propria pagina o, semplicemente, registrati nella nostra friend list.

La novità dell’applicazione è tale che negli USA è fresca e pronta all’uso, mentre per quanto riguarda l’Italia dovrebbe seguire un processo di implementazione più dilazionato nel tempo. Facebook Gifts permetterà agli utenti registrati di fornire regali, permettendo ai destinatari l’accettazione o meno.

L’utente potrà sceglierne le caratteristiche particolari, come dimensioni, colore, taglia e l’aggiunta di particolari canali di consegna, a domicilio oppure in luoghi selezionati prima dello shipping. Facebook proporrà poi una eventuale confezione con design personalizzato, ed inoltrerà il pacco all’utente prescelto.

Impossibile, a questo punto, non notare le convergenze immediate con i “Gift” Amazon, che dovranno prepararsi ad essere abbondantemente soppiantati se non metteranno in campo design, creatività e forme in grado di stimolare creatività e fantasia negli utenti.

L’opportunità di integrazione con Facebook Graphs, diagrammi in grado di catturare l’essenza di un utente in tutti i suoi gusti, attività e comportamento all’interno del network, offre a Facebook un servizio preciso ed in grado di anticipare le esigenze dell’utente – purché gli upgrade di tale algoritmo riescano a stare al passo con la risposta delle altre web companies.

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...