LG Q6 : la recensione

LG Q6 è la versione “media” dello smartphone che è stato l’elemento di punta dell’azienda nel 2017, ovvero l’LG G6.

La si potrebbe definire una “transizione” verso una versione più economica: va detto, però, che il tentativo riesce senza sfigurare.

LG Q6 si presenta piuttosto bene.

Qualità di costruzione niente male e un design che non dispiacerà affatto.

Tuttavia, visto il suo prezzo “ribassato”, non è dotato di tutte le qualità più raffinate del G6.

Qualche esempio? A primo impatto, si nota subito che il retro è più incline ai graffi.

Inoltre il dispositivo è sprovvisto di un sensore di impronte digitali. In più, le prestazioni non sono ultra competitive come nel G6 (e lo noterete non appena proverete a cimentarvi con qualche gioco 3D).

Tutti questi aspetti negativi, anche se non sono poi molti, non sono semplici da “perdonare”.

Ma non dimenticate mai che stiamo parlando di un telefono disponibile a cifre piuttosto basse, pertanto non si può chiedere la luna.

Siamo partiti evidenziando le maggiori criticità, ma l’LG Q6 ha anche diversi aspetti positivi.

A cominciare dal display, un FullVision da 5,5 pollici che allontana le cornici a favore di un maggior numero di schermi.

A differenza della maggior parte dei telefoni, qui siamo di fronte ad un display 18:9 con risoluzione 2.160 x 1.080.

Per farla breve significa che il dispositivo è due volte più alto che largo.

Anche se questo non influisce molto sull’uso generale, il bit in più dello schermo rende la visione di film e giochi un po’ più coinvolgente sulla Q6, rispetto al celebratissimo G6.

Spostandoci invece sulla qualità dello schermo, va detto che l’LCD è molto dettagliato, vibrante e decisamente luminoso, anche se a volte talmente tanto da far apparire i colori un po’ sbiaditi, creando qualche problema agli occhi.

Veniamo dunque alle fotocamere.

Il sensore singolo posteriore da 13 MP di LG è incredibilmente performante, specialmente se affidato alle mani giuste e in condizioni di luce favorevoli.

L’app per fotocamera di LG è veloce da avviare dalla schermata di blocco e, sebbene non sempre produca grandi risultati, è una delle migliori fotocamere di “gamma media” disponibili.

La fotocamera frontale, da 5 MP, è ugualmente soddisfacente, anche se non esalterà ogni dettaglio delle vostre foto.

LG Q6 è dotato di una batteria da 3.000 mAh.

Per un telefono di queste dimensioni (e prezzo, ndr) è una capacità abbastanza modesta.

Come la maggior parte dei telefoni attuali, l’LG Q6 non ha alcun problema a restare “vivo” per un giorno intero di utilizzo.

Sempre che non siate dei veri e propri “maniaci” che non riescono a staccarsi un attimo da Facebook e simili: in tal caso la batteria stenterà parecchio ad arrivare fino a sera.

Ma d’altronde, come detto all’inizio, il prezzo è davvero conveniente: siamo sui 220 euro, ed è una spesa che si può fare, dato che l’LG Q6 è uno dei migliori telefoni di fascia media.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print