Trasporti pubblici in Italia: le app e i siti

L’utilizzo dei mezzi pubblici nelle grandi città accompagna quotidianamente milioni d’italiani e la reputazione dei servizi pubblici varia da città a città, così come la fruibilità dei servizi attraverso applicazioni e siti web che vede chiari e scuri a seconda della città in cui ci troviamo.

Attualmente in molte città spopola Nugo

App presentata dalle Ferrovie dello Stato, un’app che ha come obiettivo quello di offrire ampie soluzioni di trasporto sul suolo nazionale per biglietti come Trenitalia.

Anche Moovit è un’altra app molto utile se ci si sposta in città con i mezzi pubblici, soprattutto per quanto riguardo la fruibilità dei servizi di trasporto pubblico.

Considerando che gran parte delle app offerte da parte delle aziende locali a volte non sono altrettanto efficienti, Moovit può darvi la soluzione.

Per città importanti come Milano è presente l’app ufficiale di ATM Milano.

Promette semplicità, velocità e sostenibilità. Oltre alle corse tramite mezzi pubblici ATM sono inclusi anche treni, navette per gli aereporti e car-sharing.

Spesso però l’app non è in grado di mantenere la parola data: appare poco intuitiva e un po’ confusa.

Se gli aggiornamenti in tempo reale sull’arrivo della metro sono affidabili, non permette di visualizzare la sezione biglietti o si blocca alla convalida del titolo acquistato.

L’azienda di trasporto pubblico si rifà comunque con i servizi offerti al di fuori dell’app. L’ATM è infatti la prima metropolitana ad introdurre il sistema di pagamento contactless nella rete metropolitana, il primo di questo tipo in Italia ed uno dei pochi nel mondo.

Se scendiamo nella penisola e vogliamo utilizzare le app di trasporto, spesso le cose si complicano. La tecnologia invece che migliorare il servizio offerto probabilmente lo peggiora.

L’app ufficiale Viaggia con Atac è scarsa nei contenuti.

Il sito poi è piuttosto confusionario, molte funzionalità non risultano attive, l’interfaccia si rivela poco intuitiva e alcune fermate sono assenti.

Se inizialmente calcolava bene tempi e percorsi, con gli ultimi aggiornamenti le cose sono cambiate in peggio, purtroppo.

Insomma, le app offerte dalle aziende locali di trasporto pubblico non sempre agevolano la qualità del servizio e in alcuni casi rischiano di peggiorare l’esperienza, invece che migliorarla. Fra le tante app offerte ci sono però piattaforme più valide di altre, fin quando si ha la buona volontà di cercarle.

E ora ecco le migliori applicazioni messe a disposizione dei viaggiatori sui mezzi pubblici di trasporto nelle città italiane, i confronti con l’estero e le considerazioni sui migliori servizi 

La mappa delle App per la mobilità.

Il cellulare ormai è diventato una parte integrante della nostra vita, lo utilizziamo per tutto, se lo chiamiamo telefono ormai si offende. È la nostra agenda, la nostra finestra sul mondo, il nostro punto di riferimento. Nascono sempre più applicazioni, di qualsiasi tipo, compagno di viaggio e perché no, utile per organizzare un viaggio, con tutte le applicazioni che ci siano vuoi che non trovi quella che soddisfi le tue esigenze?

Adesso faremo una breve carrellata sulle applicazioni messe a disposizione per i viaggiatori riguardanti i mezzi pubblici di trasporto nelle città italiane. Faremo un confronto con quelle estere, per capire quali offrono i migliori servizi.

Moovit

È la numero uno al mondo, con questa applicazione hai a disposizione i percorsi degli autobus è presente più di 2500 città 82 paesi e la utilizzano 200 milioni di persone.

Hai a disposizione i percorsi, puoi consultare la mappa metropolitana anche offline, è un’applicazione ufficiale per il trasporto pubblico, chi la usa ha la possibilità di accedere a tutte le modalità di spostamento di una determinata città, ha dei bot di messaggistica che risponde alle domande al fine di pianificare al meglio il viaggio.

Flixbus

È una piattaforma creata in Germania, che sta avendo un notevole sviluppo, è una compagnia di autobus con moltissime affiliazioni.

Tramite questa piattaforma puoi decide il tragitto da fare, questi autobus sono confortevoli e dotati di ogni confort dal Wi-Fi, alla possibilità di ricaricare il cellulare, è molto intuitiva e in continua ascesa. In Italia comincia a diffondersi sempre più, nel resto dell’Europa è una realtà affermata.

Wanderio

Serve per programmare itinerari complessi, grazie a questa applicazione puoi confrontare i prezzi degli itinerari per il viaggio da te stabilito, e prenotarli-

CityMapper

È un app che in Italia copre solo Milano e Roma molto carina nella grafica, utile per sapere gli orari di tram autobus metro e treni.

Metro

Manco a dirlo è l’applicazione della metropolitana, ma non solo anche ti indica quali mezzi di trasporto arrivano più velocemente alla destinazione da noi desiderata.

Tripit

Sarà il vostro consulente di viaggio ,che non vi aiuterà solo con i mezzi di trasporto, ma anche a trovare gli Hotel. Fornisce informazioni in tempo reale e notifiche in caso di ritardo

Anche i taxi offrono una vasta scelta di applicazioni.

MyTaxi

Applicazione creata dalla Daimler AG,  per i taxisti con licenza, oltre a trovare agevolmente un taxi ti permette di usufruire di sconti, che non dispiace mai.

AppTaxi

Questa applicazione è molto simile a quella della Daimler ma in questo caso aderiscono molti più operatori, non sarà difficile trovare un taxi “per seguire quell’uomo” come succede nei film americani

Uber

Penso che la conosciamo tutti, è l’applicazione più odiata dai taxisti italiani, ma dopo battaglie legali infinite, continua ad essere operativa nelle nostre strade. È quello che si chiama carsharing, di cui fa parte anche bla bla car, il quale mette in contatto privati che vogliono condividere un viaggio e come dice la parola bla bla è per avere compagnia e fare due chiacchiere, in questo caso dovrete sperare di non trovare una persona logorroica come compagno di viaggio.

Quando scarichi queste applicazioni ciò che salta subito all’occhio è la differenza tra noi ed il resto dell’Europa, se prendete la mappa interattiva di Flixbus, vedrete che il centro Europa ha una fitta rete di collegamenti, mentre noi abbiamo ancora molte zone scoperte.

Siamo sempre qualche passo indietro e fatichiamo ad avere fiducia in queste tecnologie, anche se bisogna ammettere che l’organizzazione delle vacanze fai-da-te è in costante crescita, sempre più agenzie di viaggio chiudono. Da un lato si perdono posti di lavoro ma se ne creano altri, è l’economia che si sposta e noi tramite queste applicazioni possiamo trovare i mezzi giusti per raggiungerla.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...