Scrivere e pubblicare un eBook gratis e in autonomia

Gli eBook sono dei libri a tutti gli effetti con una grande differenza, però, rispetto ai libri tradizionali: sono in formato elettronico. Sicuramente non hanno lo stesso “fascino” dei libri cartacei ma presentano diversi vantaggi rispetto a questi ultimi. Sono meno ingombranti, si leggono ovunque su comodi lettori, cosa comunque importante, spesso hanno prezzo molto inferiori.

Scrivere e pubblicare in maniera completamente autonoma un eBook non è affatto complicato. Anzi, è possibile farlo in maniera completamente gratuita ed in pochissimi passaggi. Ecco come muoversi nella maniera migliore per fare un buon lavoro e condividerlo col mondo senza mettere mano al portafogli.

Come scrivere un eBook.

Scrivere un eBook non è diverso dallo scrivere un libro tradizionale. Occorrerà metterci la stessa dedizione e la stessa passione facendo attenzione a forma e contenuti.

Prima cosa da fare : scegliere l’argomento.

E’ indubbiamente il primo elemento per centrare l’dea del proprio eBook. Si tratta di una fase importante alla quale bisogna dedicate il giusto tempo. Solo nel momento in cui si sarà certi della scelta fatta si potrà passare agli step successivi.

In base all’argomento scelto sarà necessario sviluppare in tutte le sue varianti l’idea di base.

Quindi serviranno :

  • liste
  • descrizioni
  • autorizzazioni
  • …e tutto quello che sarà utile per i lettori interessati al nostro eBook.

Più saranno complete e ben articolate queste informazioni, meglio sarà.

A questo punto scrivere verrà da se, l’importante è farlo sempre con coerenza e rispettando tutti i dettami della grammatica. Un eBook con errori di sintassi o grammaticali non avrà mai successo verso il pubblico anche se l’argomento potrebbe risultare interessante.

Rivedere e correggere il testo sarà l’ultima fase (ma non ultima per importanza) della scrittura pratica.

Quale software scegliere per scrivere l’eBook gratuitamente.

Dettate le semplici regole pratiche per la scrittura di un eBook, una domanda sorge spontanea: dove conviene scriverlo per ottenere un ottimo servizio anche se gratuito?

Molte piattaforme a pagamento prevedono l’utilizzo della versione gratuita, ma con non poche limitazioni che potrebbero impattare negativamente sul lavoro.

Open Office è sicuramente la scelta migliore in tal senso.

Grazie a questa suite di software potremo salvare il lavoro con estensione PDF o, in alternativa, servendoci di un plugin potremmo salvarlo in ePub, il formato standard di tutti gli eBooks. Ma qual è il plugin in questione? Si tratta di Writer2ePub, un plugin gratuito che trasforma tutti i tipi di documenti in un ePub soltanto con un clic.

Per utilizzarlo è necessario scaricarlo e installarlo nel proprio pc. Le 3 nuove icone del plugin andranno a posizionarsi in Open Office. Per poter utilizzare il plugin è indispensabile, naturalmente, che Open Office sia già installato nel personal computer.

La copertina, un elemento da non trascurare.

Come accade per i libri tradizionali, anche per gli eBook le copertine hanno una grande importanza. Si tratta di un vero e proprio “biglietto da visita” che deve attirare l’attenzione dei lettori sin dal primo impatto. È quindi indispensabile crearla nella maniera migliore possibile. Molto semplice, però, incappare in un’immagine protetta da copyright.

Bisogna fare molta attenzione a questo dal momento che la violazione del diritto d’autore è un reato.

Per evitare di trovarsi in una situazione di questo tipo, è possibile utilizzare i filtri di Google andando a mostrare, tra i risultati di ricerca, solo le immagini contrassegnate per essere riutilizzate.

In alternativa potremmo utilizzare diverse soluzioni come, ad esempio, Pixabay che ci fornisce direttamente immagini da poter utilizzare.

Diversamente, se la copertina viene realizzata con una foto realizzata da noi, beh, è ancora meglio. In tal caso non si corre nessun rischio e si ha la certezza di essere gli unici proprietari dell’immagine.

Una volta scritto l’eBook è sempre consigliabile salvarne una copia all’interno del nostro computer. Non importa il formato che useremo in questo caso: potremo sempre cambiarlo all’occorrenza.

Pubblicare gli eBook gratuitamente.

L’ultima fase è quella di pubblicazione del libro. Anche in questo caso potremo fare da noi senza spendere nulla.

Per farlo potremo utilizzare, ad esempio, EbookService.net che consente agli scrittori di eBook (sia privati che professionisti) di pubblicare il proprio lavoro in completa autonomia.

Sarà possibile scegliere se rendere disponibile il nostro eBook in forma gratuita (quindi chi deciderà di leggerlo e scaricarlo non pagherà nulla) o a pagamento. In quest’ultimo caso dovremo specificare il link della pagina attraverso cui effettuare l’acquisto.

La pubblicazione non comporta alcuna registrazione, non prevede commissioni su eventuali vendite e non vi sono limitazioni numeriche sugli eBook da poter pubblicare.

La promozione dell’eBook.

Adesso che il nostro eBook è pronto per essere letto, è indispensabile promuoverlo per farlo arrivare ad un numero di persone maggiore possibile. Anche in questo caso, dedicandovi il giusto tempo, potremo farlo in maniera autonoma e completamente gratuita. Come procedere?

Esistono diversi canali attraverso cui è possibile pubblicizzare un eBook.

I social network sono il mezzo più efficace per promuovere l’eBook.

Ciò vale soprattutto se abbiamo un’ampia platea di contatti che ci segue e che può, quindi, cliccare sul link che li porterebbe ad acquistare l’opera. Basterà, in ogni caso, scrivere un post che descriva brevemente il lavoro ed inserire, a corredo, il relativo link.

Creiamo una video presentazione e pubblichiamola su Youtube.

Andando a condividerne il link sui social potremo massimizzare i nostri contatti.

Renderci disponibili, però, è davvero l’ingrediente segreto.

Chi legge, normalmente, adora un autore che si dimostra accessibile e, quindi, pronto a rispondere alle sue domande.

Se abbiamo gli agganci giusti potremmo offrirci per un’intervista o, in alternativa, organizzare incontri online con finalità promozionali.

Poi se qualche blogger vorrà scrivere una recensione sul nostro libro, quale migliore pubblicità di regalargli una copia omaggio?

 

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print