Comandi, controlli e funzioni di WhatsApp, nascoste e speciali

funzioni whatsappAffrontiamo il tema di alcune fra delle funzioni di WhatsApp che spesso risultano nascoste e poco conosciute, invece permettono di migliorare WhatsApp rendendolo più veloce o più sicuro.

Come migliorare WhatsApp

Una volta compresi i principali meccanismi di WhatsApp, il servizio di messaggistica istantanea più famoso e utilizzato di tutti i tempi, possiamo inoltrarci nel mare delle sue funzioni, spesso utili e talvolta più che necessarie.

Controllare la banda dati usata da WhatsApp.

La prima funzione speciale senz’altro utile messa a disposizione da Whatsapp è il fatto di poter controllare quando vogliamo la quantità di dati utilizzati.

Il traffico è distinguibile fra :

  • messaggi inviati
  • messaggi ricevuti
  • byte consumati per foto, video e testo.

Whatsapp ci permette di tenere sotto controllo tutte le nostre mosse, andando semplicemente sul pannello di impostazioni e successivamente su “utilizzo dati e archiviazione”.

Qui potremo distinguere fra “utilizzo rete”, ovvero la quantità di traffico dati erosa durante l’utilizzo quotidiano dell’applicazione, e “utilizzo archiviazione”, ovvero i MB immagazzinati nell’archivio di back up delle nostre chat.

Bloccare utenti su WhatsApp

Vogliamo bloccare gli utenti dai quali non vogliamo più ricevere messaggi? 

E’ giusto che si sappia fin da subito che bloccare un utente per non ricevere più messaggi da lui, non è un azione irreversibile. In futuro potremo decidere di sbloccarlo quando vogliamo (se lo vogliamo…).

In ogni caso la nostra privacy è tutelata e l’applicazione ci permette di allontanare tutte quelle presenze fastidiose che altrimenti ci contatterebbero in ogni momento della giornata.

Condividere media su WhatsApp.

Abbiamo poi la possibilità di condividere i media e altri dati. è semplice e veloce come meccanismo. Sugli i Phone basta cliccare sulla freccia vicino al nome del nostro contatto e scegliere il media da inviare.

Che sia una foto od un video non fa differenza. Whatsapp anche da questo punto di vista ha superato molte barriere azzerando ogni costo di invio (naturalmente al netto della connessione dati che ognuno di noi pagia al proprio operatore).

Creare gruppi multichat su WhatsApp.

Si può avviare chat di gruppo fino a 30 contatti con iPhone e fino a 50 con Android.

Il creatore del gruppo potrà eliminare o aggiungere i partecipanti, ma se sarà lui ad abbandonare la conversazione, la medaglia di capogruppo passerà al primo partecipante al gruppo inserito originariamente dal precedente amministratore.

I messaggi inviati verranno letti indistintamente da tutti ed i vari membri potranno interagire tra loro.

Inviare messaggi broadcast su WhatsApp

Infine, abbiamo i messaggi broadcast. In pratica si tratta di un gruppo in cui potremo includere una lista di persone a cui inviare un messaggio.

Queste persone però non si vedranno l’un l’altra, come accade nei classici gruppi di whatsapp, bensì potranno interagire solo con l’amministratore di questo gruppo broadcast, il quale quindi potrà inviare anche messaggi multipli, un pò come un e-mail inviata in copia nascosta a più utenti.

Attenzione però a non creare spam : Whatsapp li disincentiva (e giusto che sia così) e gli utenti potrebbero bloccarvi. Infatti per poter leggere il messaggi della lista broadcast ogni utente che inserite in lista deve memorizzare il numero. Questa azione diventa un po’ come una sorta di “accettazione” a ricevere i messaggi.

Per creare una lista broadcast è sufficiente digitale “menù” di whatsapp e poi “nuovo broadcast”.

Poco usato ma da tenere ben presente : può essere un utile strumento di marketing.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...