Come trasferire i file con Samsung Smart Switch

Il back up dei dati presenti sul nostro smartphone è una delle fondamentali azioni che ancora facciamo fatica a metabolizzare. Un punto debole dettato da pigrizia, noncuranza, inesperienza.

Già, l’inesperienza : eppure quante volte ci è capitato di trovarci di fronte al momento di cambiare lo smartphone e perdere i dati contenuti nel vecchio?

Per non parlare di furti o smarrimenti del device.

Il back up dei dati di uno smartphone samsung si fa con Smart Switch.

Non è solo una questione di rubrica, che pure rimane uno degli elementi di maggiore attenzione : il salvataggio e il passaggio dei dati fra device riguarda anche le app, le foto, le chat, i documenti, e così via.

Non per tutti risulta un operazione semplice : ecco che quindi il maggior venditore di smartphone al mondo ha prodotto l’applicativo Smart Switch.

Samsung lo ha progettato in ottica di semplificazione massima per i trasferimenti di dati fra due device di propria produzione. L’utente può aver maggiori certezze di non perdere dati importanti.

Smart Switch è disponibile per macOS e Windows.

Si parte come sempre dal download , per poi lanciare l’installazione sul PC , anche questa in pochi e semplici passaggi.

Quindi arriva il momento di collegare il device mobile (smartphone o tablet che sia) attraverso il cavo USB : il PC rileverà il device grazie all’applicativo.

Questo è il momento in cui il software potrà eseguire il backup rapido del dispositivo : semplice , rapido, e senza dover esser smanettoni informatici.

Il processo di back up si avvia cliccando sul pulsante apposito in basso a sinistra, a conclusione si apre un pop up (ovvero una finestrella) con un riepilogo di tutti i dati salvati.

Quali dati è possibile salvare con Smart Switch?

Rubrica, Promemoria, Registro chiamate, Messaggi di posta. Ma anche immagini, sfondi, video, musica,  cronologia web, SMS, app, , documenti ed impostazioni.

Naturalmente oltre al back up è previsto il ripristino dei dati, che a questo punto possono essere ritrasportati sul nuovo smartphone.

Per farlo è sufficiente collegarlo sempre alla porta USB del PC, attraverso il cavetto in dotazione.

Una volta rilevato il nuovo device sarà sufficiente cliccare sul pulsante “Ripristina”, per poi procedere con “Ripristina adesso”.

Si avvia quindi la procedura di trasferimento dei dati salvati all’ultimo back up.

Pazienza con i tempi : se i dati da ripristinare sono tanti potrebbero volerci diversi minuti.

Diversamente per un ripristino “manuale” dei dati, si può scegliere la voce “Seleziona una cartella di backup diversa” subito dopo il citato “Ripristina”.

Una schermata ci guiderà nello spuntare solo quelle caselle relative ai dati che vorremo ripristinare.

Anche qui : semplice e intuitivo.

L’utente è avvisato e non ha più scuse : il back up dei dati è fondamentale. Non farlo, non pensarci, agire di pigrizia,  ormai sarebbe un delitto.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...