Eseguire le applicazioni di Windows XP su windows 8 virtualizzando XP

Eseguire le applicazioni di Windows XP su windows 8 virtualizzando XPCome fare per avviare Windows XP in modalità virtuale da Windows 7, Windows 8 e Windows 8.1 riuscendo a eseguire le applicazioni di Windows XP su windows 8.1

Come avviare Windows 8.1 in modalità Windows XP

Non tutti i proprietari di Windows 7 e versioni successive sono consapevoli del fatto che, per aiutare gli utenti al passaggio ad una nuova versione del sistema operativo Microsoft, è stata introdotta anni addietro la cosiddetta “Windows XP Mode“.

Questo pacchetto risulta di estrema utilità per chiunque volesse emulare una copia di Windows XP aggiornata al Service Pack 3, tramite OS usciti successivamente.

Grazie alla virtualizzazione, è così possibile emulare alla perfezione applicazioni più antiche che non dovessero risultare compatibili al 100% con le nuove uscite Microsoft.

Nelle versioni di ultima uscita dell’OS, ovvero Windows 8-8.1, è possibile ricorrere a VirtualBox (software popolare per la configurazione di “macchine virtuali” su PC) per riportare in vita Windows XP.

Dopo l’installazione di Virtualbox, sarà necessario reperire l’aggiornamento Win XP SP 3 (reperibile dalla sezione Download del sito ufficiale Microsoft) ed aprire il file zip scaricato.

Sarà necessario prestare particolare attenzione ad un file in particolare, denominato “xpm“: una volta individuato, andrà aperto con l’explorer del software di scompattamento archivi che stiamo utilizzando (una scelta utile è sicuramente 7-zip).

Avvieremo ora una nuova macchina virtuale tramite il menu di VirtualBox, scegliendo l’opzione Windows XP (32 bit) assegnando un nome proprio all’immagine del sistema operativo creata (ad es. “Modalità XP”). Specificare la quantità di memoria da riservare all’emulazione dell’OS è altrettanto importante, ed è suggerito utilizzare cifre oltre i 500 MB.

Sceglieremo poi l’opzione “Usa file di disco fisso virtuale esistente“, e dal menu Esegui di Windows digiteremo la stringa %userprofile%\VirtualBox VMs per richiamare l’istanza della macchina virtuale creata, ovviamente sostituendo %userprofile% con il nome del nostro utente windows.

All’interno della cartella ora troveremo il file VirtualXPVHD: esso andrà incollato nella cartella \VirtualBox VMs\Modalità XP, ovvero nello spazio che precedentemente abbiamo dedicato al nuovo OS.

Il file VirtualZPVHD andrà poi rinominato in XP.VHD: così, dal menu “Usa un file di disco fisso virtuale esistente” potremo selezionare XP.VHD, il quale provvederà al lancio del sistema operativo in VirtualBox, e cominciare a sfruttare Win XP mode da subito, emulato all’interno del proprio computer con successo.

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...