La nascita di Hack linguaggio open source prodotto da Facebook

La nascita di Hack linguaggio open source prodotto da FacebookFacebook lancia il progetto Hack che prevede la creazione di un nuovo linguaggio di programmazione open source dedicato al social network più noto al mondo.

Hack, il nuovo linguaggio software di Facebook

Facebook, dopo una rapida crescita basata sullo sfruttamento del linguaggio di codifica PHP, ha deciso di sfruttare le proprie conoscenze per costruire un linguaggio proprietario, “differente da tutti gli altri”, secondo alcuni rumor ufficiali, il cui nome è Hack.

Lo studio di questo nuovo paradigma è stato condotto da Bryan O’Sullivan, Julien Verlaguet, e Alok Menghrajani, da tempo in forza a Facebook, e rappresenterà un importante passo in avanti in quanto il codice sorgente alla base del progetto è open source, ed esplicitamente rivolto a chiunque voglia integrarlo e migliorarlo, correggendone i bug.

Hack rappresenta una sorta di nuovo linguaggio basato sulle fondamenta di PHP, includendo per gli sviluppatori il gradual typing, procedura di codifica a metà tra il typing dinamico e statico delle variabili. In questa maniera, il codice risulta scorrevole come non mai, è può essere rapidamente riletto e revisionato.

Non mancano anche i cosiddetti “Safety controls”, volti ad assicurare una certa impermeabilità di Hack agli attacchi esterni. Il linguaggio sfrutterà inoltre la HHVM (Hip Hop Virtual Machine), già a supporto di PHP, il cui compito è di convertire il codice scritto manualmente in bytecode, rendendolo più veloce nell’esecuzione.

Non mancano dei plug-in e dei tutorial online per permettere a chi è già a conoscenza di altri linguaggi paralleli un apprendimento veloce di Hack, in quanto sintatticamente simile a codifiche open source molto popolari.

Si tratta dunque di uno dei primi tentativi di Facebook a favore del mondo dell’open source, fattore che non potrà che portare più solidità e conoscenza alla struttura del social network.

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...