Mac: quale scegliere? Ecco la finestra sugli hardware Apple

Apple e i suoi Mac sono famosi in tutto il mondo ma le persone che si avvicinano per la prima volta a questo settore, sanno bene che non tutti i dispositivi presentati sono uguali.

In alternativa dovete sempre considerare l’utilizzo che ne desiderate fare e in che modo valorizzare le sue caratteristiche.


Per tutti gli utenti Mac, vecchi e nuovi, la scelta di un nuovo hardware non è così facile. Quale sarà il modello adatto alle esigenze di ognuno?

Apple offre una gamma a di poco estesa di prodotti, ed è facile confondersi fra schermi all-in-one, box e portatili.

Mac Pro: il meglio di Apple, adatto a lavori grafici (di livello cinematografico).

Da non confondere con l’iMac Pro, il Mac Pro è uno dei rarissimi esempi con cui Apple ha scelto un sistema Tower per la composizione hardware. E a ben pensarci non si poteva fare altrimenti: il modello più “semplice” monta :

  • processore Xeon 8-core a 4,0Ghz
  • 32Gb di DDR4 ECC
  • scheda video Radeon Pro 580X 8GB
  • memoria SSD da 256Gb

…e vari accessori utili ad avvalorarne l’acquisto.  Il tutto (!) a 6.599 euro.

Le composizioni più elaborate toccano e superano abbondantemente le 8000 euro.

Il Mac Pro prende le distanze dal pensiero del PC classico, anche grazie ad una scheda tipica “Afterburner” per elaborare video in 8K in tempo reale.

Dedicato certamente ad un pubblico esclusivo, con richiesta di alti requisiti tecnici.

Mac Mini: la soluzione di piccole dimensioni senza All-In-One.

POi va detto che non tutti siamo disposti a supportare l’idea di spendere 1350 euro per un iMac. Uno schermo tutto in uno è capace di accontentare molta utenza media.

Eppure in alcuni casi si preferisce optare per una soluzione più minimale. Il Mac Mini è un piccolo prodotto con :

  • un processore i3 Quad-Core a 3,6Ghz
  • 8Gb di DDR4
  • 256Gb di SSD.

Monta una scheda video Intel UHD 630. Componenti che non superano il più modesto degli iMac ma possono offrire un discreto risparmio (950 euro). Rimane comunque la possibilità di acquistare una versione più potente (da 1300 euro).

E da non escludere la scelta di un “Mini” ricondizionato. Ottima per il portafogli.

MacBook Air (con una composizione leggermente rinnovata) Macbook e iMac (i famosi all-in-one).

Tutti hanno nel tempo ottenuto un rinnovo nell’hardware e nel prezzo: ad esempio l’iMac, che è il più semplice e costa oggi 1349 euro.

Per chi cerca design sottile e velocità : Mac Book Air.

Dispositivo molto maneggevole con uno schermo da 11 o 13 pollici che già così dovrebbe far ricadere la scelta finale degli acquirenti.

L’hardware installato all’interno di queste “macchine” è interessante si parte da un processore i5 con la possibilità di valutare anche un i7, abbinati a scheda grafica Intel Hd Graphics 5000.

MacIl dispositivo è stato appositamente creato per utilizzare il minimo dell’energia con una durata che può raggiungere anche le 9 ore di utilizzo.

Le prestazioni garantite sono a dir poco sorprendenti, connessioni molto veloci e fluidità ai massimi livelli.

Mac Book Air è indispensabile per chi viaggia molto e si adatta sia per usi classici che per il fotoritocco o il montaggio dei video. Prezzo a partire da: 1.050.

L’utenza media e professionale può valutare il Mac Book Pro.

Ideale per lavori di grafica o di produzione video di alto livello.

Il display è sempre disponibile nelle dimensioni sopra descritte ma ha il vantaggio di integrare la tecnologia Retina per un’esperienza a livello visuale davvero elevata.

Considerata la risoluzione base di 2560×1600 sul display da 13 pollici e la 2280×1800 sul monitor da 15 pollici.

La velocità è garantita da un I5 Dual Core con tecnologia Hyper Threading e Turbo Boost per un aumento di velocità spettacolare.

Ram da 8 G di serie sulla versione classica che diventa il doppio sulla versione Top Gamma.

Prezzo di partenza: 1229 euro.

Anche in quesrto caso può esser preso in considerazione l’acquisto di un ricondizionato (a molto meno della metà del costo del nuovo).

iMac : una soluzione All-In One.

Dotato di uno schermo che concentra tutto l’hardware al proprio interno, disponibile da 21,5 a 27 pollici non retina ma IPS e retroilluminazione a Led.

Il livello base è dotato di un processore i5 con velocità varia a partire da 2,7Ghz, Fino ai 3,4GHz, possibilità di scegliere la personalizzazione con i7.

Veloce e con porte ethernet, usb, slot SDCD e Tuunderbolt sul retro, ideale per utenti medi e avanzati.

Per l’acquisto si parte da 1.300 euro per la versione da 21,5 pollici.