Ecco i consigli necessari per l’acquisto di un PC fisso

Sfogliando i volantini dei grandi centri commerciali alla sezione tecnologia ci sono allettanti offerte per PC fissi (detti desktop) che per PC portatili (ovvero i laptop) .

Molto spesso si tratta di pezzi di scarsa qualità messi insieme per spingere i clienti a preferire il caro e vecchio PC fisso, ma spesso i portatili hanno prestazioni davvero molto buone.

Cominciamo dai numeri : le vendite di PC nel 2017.

PC fissoDopo anni in cui si sono registrate serie di forti cali nelle vendite, il mercato ha invertito la rotta a fine 2017, volgendo al segno positivo. Secondo i dati di IDC sono stati venduti 70,6 milioni di pezzi nel quarto trimestre 2017, corrispondente ad un +0.7 per cento su base annua.

HP  ha la leadership fra i produttori, accrescendo il suo quantitativo venduto  dell’8,3 % con un totale di 16 milioni di pezzi. Negli USA la sua quota di mercato è stata addirittura del 34%.

Lenovo  si piazza, a livello globale, subito dietro HP, e ha visto una crescita del 3,9 % su base annua, consolidando in particolare le vendite dei notebook. Contrariamente ad HP,  Lenovo ha sofferto una decrescita negli USA, ampiamente recuperata nel resto del mondo.

Dell è terza sul podio, cresciuta dello 0,7% e più di 11 milioni di dispositivi consegnati. Quasi tutti al di fuori degli USA.

Apple è quarta, posizione stabile ma con un incremento delle vendite, nell’ultimo trimestre 2017, a 7,3%.

Dietro Apple : ASUS e Acer

I due produttori decrementano (dal 2016 al 2017) rispettivamente dell’11,2 % , mentre Acer dell’8,1 %.

Ad ogni modo questa tendenza a rialzo del mercato dopo parecchio tempo e parecchie serie negative degli ultimissimi anni, ha visto sofferenze per scarsa disponibilità di alcuni elementi, per primi SSD.

Quasi 260 milioni di PC venduti che nel complesso rappresentano comunque meno di quanto smerciato nell’anno 2016, seppure di un risicato -0.2 per cento.

Tutto questo non volge al meglio, secondo le stime pubblicate da Gartner , nel corso del primo trimestre 2018. Il ribasso è dell’1,4% nelle consegne rispetto allo stesso periodo del 2017.

Fatti un po’ di numeri, passiamo ai consigli per gli acquisti.

Il cuore di un PC è il processore : sui forum specializzati viene caldamente consigliato Intel Core perché soddisfa il rapporto qualità prezzo e rende il sistema stabile.

Per la CPU invece è consigliabile preferire Haswell in cui i core supportano la tecnologia a 64 bit e sono capaci di operare ad una frequenza di 3.4 Ghz.

La CPU Haswell inoltre ha un basso consumo energetico. Inoltre il processore dissipa il calore generato dall CPU consentendo all’utente di risparmiare sul dissipatore. Inoltre la scheda video integrata offre prestazioni simili a quelle delle schede NVIDIA.

Per la scheda madre invece si può preferire il formato micro-ATX il cui chipset B85M supporta i processori della CPU e la RAM.

A questo punto dobbiamo parlare proprio della RAM.

in base alle ricerche effettuate le Corsair XMS3 a 1600 MHz sono le più quotate.

Un PC degno di tale nome deve montare un disco SSD di media potenza come il Kingston SSDNowV300 120GB e un alimentatore Corsair da 500 Watt.

Infine il case, Cooler Master veste il vostro PC come se si trattasse di un abito sartoriale. Sul vostro nuovo PC  troverete con ogni probabilità Windows 10, che è stabilmente il sistema operativo intallato di default su tutte le nuove macchine che non siano MAC.

Non è secondaria, nella scelta di un PC, anche per le caratteristiche che deve avere il monitor, dettaglio non dettaglio di cui abbiamo recentemente riparlato.

Tra i 19 e i 24 pollici per un PC fisso, fra i 12 e i 15 pollici per un portatile che viene usato molto in mobilità e deve rispettare delle regole di peso (il più leggero possibile) e portabilità.

Infine vi è da ricordare la qualità audio, secondo l’uso che verrà fatto del PC. Per molti usi lavorativi  questo ultimo dettaglio è totalmente ininfluente. Laddove fosse elemento necessario allora è giusto ricordare che la qualità può essere aumentata con le casse esterne Logitech, di solito ottimi prodotti.

Aumentano le vendite dei PC fissi.

Negli ultimi anni pare esserci un certo ritorno alle vecchie abitudini. Ecco qualche prodotto per comprendere meglio i nuovi trend.

DELL XPS 8930

Si tratta d’un PC fisso basato sulla Tower, perciò non include uno schermo. E’ una soluzione completa che include un processore Intel Core i7 di nona generazione, 16Gb di DDR4 e 2TB di memoria SSD con un Hard Disk da 2TB.  La scheda video montata è una Nvidia Geforce RTX 2060.

 

Visto così, questo computer sembra garantire prestazioni molto elevate, tanto che infatti può essere usato sia per le sessioni di gioco che per elaborare video in alta risoluzione o fare operazioni piuttosto impegnative.

Un aspetto estetico semplice ma raffinato, un frontale lucido e senza troppe pretese. Si tratta però d’un PC dal costo elevato (1200 euro) dovuto probabilmente alla presenza del nuovissimo processore e da i 2TB di memoria SSD.

Scelte che, probabilmente, bisogna ponderare bene nel caso l’utilizzatore sia un utente medio senza particolari pretese.

Dell Alienware Aurora R9

Parlando ancora del marchio Dell, il suo settore Alienware è il perfetto esempio di come il PC è arrivato ad evolversi al giorno d’oggi.

Possiamo notare infatti come l’estetica di questo hardware è quasi futuristica, dalle dimensioni contenute ma con una composizione molto particolare:

  • processore Intel Core i7 di nona generazione
  • 16Gb di DDR4
  • 1TB di HDD interno
  • con 256Gb di SSD.
  • La scheda video montata è una Geforce RTX 2060.

Anche se gli elementi appena citati suonano simili al XPS 8930, il costo è tutt’altro che da meno (oltre 2200 euro) certificando così che lo scopo da “Gamer” e la presenza del marchio, nonché del case estetico più curato, può davvero far alzare il prezzo.

Sicuramente si può trovare di meno con una composizione simile, ma il design pulito che presenta l’Aurora R9 è difficile da raggiungere (anche se manca il lettore BluRay).

Intel NUC8i7HNK

A parte il nome complicato, questo “PC” della Intel è un piccolo Box che include tutto il necessario per godere di qualsiasi tipo d’attività, dal gioco alla semplice navigazione, tutto racchiuso in una piccola soluzione da 22×14.

Eppure, si tratta pur sempre d’una soluzione barebone: all’interno è possibile trovare una CPU Core i7 d’ottava generazione e una scheda video Radeon R9 M270X.

Bisogna procurarsi la memoria DDR4 e la memoria SSD a parte, ma questo permette di risparmiare sui costi.

Il NUC costa circa 800 euro, e rappresenta una soluzione più a budget rispetto a tanti altri, capace di velocità piuttosto elevate e di prestazioni grafiche intermedie. Viste le dimensioni è una faccenda non poco sorprendente.


Come si sono evolute le soluzioni per i computer al giorno d’oggi?

Tanto (non tutto) punta alla massima potenza nelle prestazioni, a volte si calca la mano sul design più contenuto, rendendo più appetibile l’acquisto. Soprattutto nel caso d’un prodotto facile da montare e che non da fastidio per le sue dimensioni.

Questa la direzione nella quale si sta concentrando il mercato dei nuovi modelli.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print