Il mercato dell’E-commerce in Italia

Stato del settore, notizie e case history, approccio degli utenti.

Il mercato dell’e-commerce in Italia.

Si sa, il mercato dell’e-commerce è un “prodotto” in continuo cambiamento dovuto ad una crescita decisamente costante. Vediamo quindi come si sta muovendo il mercato dell’e-commerce in questo 2019 che tra qualche mese potrà essere archiviato.

Concentrandoci per un attimo sullo stato dell’e-commerce nel mondo, possiamo dire che nel 2018 il 40% della popolazione mondiale (2.18 miliardi di persone) ha scelto di acquistare online.

La stima dell’indagine Number of Digital Buyers Worldwide from 2014 to 2021 dice che entro il 2022 saranno 3.20 miliardi le persone che utilizzeranno l’e-commerce come metodo di acquisto.

Basti pensare che il valore dell’e-commerce nel mondo per il 2018 è quantificabile in quasi 3 miliardi di dollari che significa l’11% del valore delle vendite classiche.

L’area Asia-Pacifico si conferma al primo posto.

Il mercato mondiale dell’e-commerce vede infatti al primo posto, tra i fruitori, proprio gli utenti che acquistano dall’area Asia-Pacifico per una produzione di quasi 2 miliardi di dollari nel 2018.

Quasi 2 miliardi e mezzo di utenti che acquistano esclusivamente online.

E l’Italia?

Da noi sono 42.3 milioni gli utenti unici del web al mese, includendo in questo dato anche i bambini da 2 a 11 anni e gli utenti che hanno superato i 74 anni.

Ciò significa che il 70% degli italiani si connette con facilità sia in mobilità che da postazioni fisse.

Nel 2018 il mercato e-commerce in Italia ha prodotto ricavi per circa 42 miliardi di euro, con una crescita rispetto al 2017 del 18%. Molto più rispetto al 2016.

Lo dice il report annuale prodotto dalla Casaleggio Associati, che fissa in 38 milioni gli italiani che acquistano regolarmente online. Parliamo quindi del 62% della popolazione, un dato che nel 2023 potrebbe crescere fino a quota 41 milioni!

Tra i settori che trainano l’e-commerce in Italia ci sono il gioco online, che possiede la quota maggiore di mercato nel 2018 (il 41.3%), il turismo per il 28%, la salute che cresce del 23% e ovviamente il settore della moda che subisce un incremento del 18%.

Il mercato dell’e-commerce in Italia passa dallo smartphone che rappresenta il canale preferito per realizzare gli acquisti online. Molto più di quanto si faccia nel resto d’Europa. In Italia infatti l’85% degli acquisti online vengono effettuati da mobile, tra questi nel 34% dei casi viene utilizzato spesso mentre nel 14% dei casi ogni volta che si acquista sul web.

In questo modo diminuisce la voglia di acquistare utilizzando PC o postazioni fisse, gli utenti unici al mese che navigano da desktop scendono da 35.4 milioni a 28.4 milioni di utenti.

Numeri in linea con quelli del resto d’Europa.

Quelli del mercato dell’e-commerce in Italia sono numeri del tutto simili a quelli registrati nel resto d’Europa. Qui il 69% degli utenti che navigano su internet hanno acquistato online nel 2018, 6 su 10 utilizzando lo smartphone. Salgono quindi i valori del fatturato proveniente dagli acquisti online da 285 miliardi di euro a 313 miliardi di euro.

Il mercato dell’e-commerce in Italia cresce molto bene.

È chiaro che i settori portanti dell’e-commerce in Italia vanno ricercati nel tempo libero e nel turismo. In crescita anche il settore legato alla salute, forte del notevole incremento di farmacie che vendono anche online, e quello della bellezza. Purtroppo non decolla ancora il settore delle assicurazioni.

Di grande aiuto sono oggi ottime attività legate al Social Media Marketing e all’ottimizzazione SEO che aiutano anche a mantenere viva l’attenzione sulla reputazione online dell’azienda che punta a questo tipo di mercato. Inoltre la nuova tendenza dice che il consumatore è più attento all’ambiente e al sociale, vedremo come si muoverà il mercato negli anni che seguono.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...