Smartband : i bracciali per il fitness

Sarà una conseguenza del (lento) sviluppo sui mercati degli smartwatch,  certamente i produttori e i consumatori hanno compreso quanto una delle più apprezzate caratteristiche degli orologi di nuova generazione potesse viaggiare per i fatti suoi imponendo prodotti dedicati.

L’applicazione in ambito sportivo che sta generando gli SmartBand.

braccialetti per il fitness , ovvero prodotti che anche grazie al proprio costo estremamente contenuto (a differenza dei padri progenitori Smartwatch)  stanno spopolando tra fanatici e non della forma fisica e hanno un nome tecnico: activity tracker.

Sono diversi i sensori che monitorano i nostri movimenti e le calorie che bruciamo, calcolando i metri percorsi, l’altezza in cui ci troviamo (e quindi se facciamo o meno delle scale o dei percorsi in salita)  e persino la qualità del sonno, riassumendo i dati registrati sul display del dispositivo, o sullo smartphone sul quale è necessario installare la relativa App.

Logico pensare a come sia apertissima la competizione fra tanti produttori per arrivare primi e accaparrare la fetta più grande di mercato più consistente, prima che la platea dei pretendenti divenga sempre più affollata.

Il mercato dei dispositivi indossabili : numeri e risultati.

Rispetto ai dati precedenti relativi al primo trimestre 2019, il settore sta certamente affrontando un momento particolare, fra i più floridi, nel Vecchio Continente.

Nuovi dati pubblicati da IDC :

  • spedizioni cresciute del 154,4% su base annua
  • 13,4 milioni di unità spedite.

La parte del leone la fanno gli auricolari: 52,3% del volume totale, con una crescita straordinaria che ha superato il 400% !

Poi smartwatch (26,7%) e smartband (20,7%).

Domina Apple, non si discute : gli americani di Cupertino crescono (su base annua) del 154,7%  e occupa con i suoi prodotti il 36% del mercato.  Apple ha venduto 1,90 milioni di unità del Q2 2018 , e passa a 4,83 milioni di unità del Q2 2019.

  • Samsung si conferma seconda, e cresce del 379,3%.
  • Fitbit è terza, crescendo del 40,3%.
  • Garmin è quarta, crescendo del 22,3%.

Ma è Huawei che mette a segno l’incremento più importante.  Solo quinta fra i produttori del sotto-settore, con una quota del 5,6%, cresce del 697%  rispetto all’1,8% del 2018.

Le nazioni europee con i propri risultati.

Ecco la “classifica” dei primi 5 Paesi che in Europa si fanno portabandiera del trend :

  • Regno Unito
  • Francia
  • Germania
  • Russia
  • Italia.

Nel proprio rapporto la stessa IDC guarda al futuro prevedendo che il mercato europeo degli indossabili possa raggiungere 72,8 milioni di pezzi nel 2020.

Detto, letteralmente, in soldoni: 14 miliardi di dollari totali di valore.

E gli smartwatch?
  • Gli orologi di nuova generazione aumentano del 18,3% rispetto al Q2 2018.
  • Per le smartband la crescita si attesta al 222% in Europa.

Per le smartband è necessario segnalare che la crescita è un successo arrivarto grazie ai brand di Fitbit, Xiaomi e Honor.

Samsung fa la sua parte con Galaxy Fit e Galaxy Fit E.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...