iOS 15 : quale iPhone è compatibile?

Apple persegue i suoi obiettivi a tambur battente, e non risparmia gli aggiornamenti dei suoi più famosi prodotti.

Il più famoso Smartphone al mondo.

Riconoscibile dal simbolo della mela morsicata, l’iphone ha iniziato i suoi passi aggiudicandosi diversi traguardi negli anni, e abbattendo barriere e primati, spianando la strada a nuove tecnologie e nuovi modi d’uso.

Fra questi potremmo citare certamente il touch screen, il riconoscimento facciale, l’assenza di bordi, l’evoluzione del comparto fotografico… e così via.

Ma l’iphone non è nulla senza iOS, il sistema operativo Apple che non smette di stupire, un aggiornamento dopo l’altro.

Veniamo al rilascio della versione completa di iOS 15.

Nelle ore in cui scriviamo il sistema operativo aggiornato, la versione numero 15, è disponibile solo in Beta, ma si può iniziare ad installarlo da subito.

Per chi invece ha un po’ di pazienza a disposizione, attenderà l’arrivo di questo sistema operativo durante la fine dell’anno. Perciò, da settembre in poi, incrociate le dita.

Detto ciò, quali sono i modelli compatibili?

Negli ultimi mesi Apple sta dando chiari segnali di come voglia dedicarsi ad alcuni suoi sistemi operativi in particolare.

Ad esempio con MacOS Monterey ha intenzione di lasciare indietro qualche Mac, e a tanti parrà una scelta radicale.

Il discorso vale anche iOS 15? Il discorso sugli iPhone compatibili è abbastanza semplice.

Tutto quello di cui avete bisogno infatti è un iPhone 6S – questa è la versione minima con cui Apple ha intenzione di lanciare il suo iOS 15. Giusto per tenervi al corrente, l’iPhone 6S ha ormai sei anni d’età.

Questo è il suo ultimo aggiornamento, anche se gli garantirà comunque un altro anno di aggiornamenti in sicurezza In poche parole Apple sta ancora offrendo supporto su uno Smartphone di oltre 6 anni.

L’iPhone SE prima e seconda generazione riceveranno l’aggiornamento, così come – ed includiamocelo pure – l’iPod di settima generazione.

Si va effettivamente dall’iPhone 6S fino all’iPhone 12 (così come X, XR e così via). Dunque la compatibilità è piuttosto vasta.

Vale la pena installare già da ora il Beta?

Giudichiamo un po’ le novità e le funzioni di iOS 15 .

  • FaceTime ora è per tutti

Apple ha finalmente concesso agli utenti Android, Windows ed altri ancora di ricevere chiamate FaceTime, sfruttando al momento il famoso browser Chrome.

Le novità sono naturalmente molteplici, come la possibilità di aggiungere l’audio che imita la posizione delle persone sullo schermo (per la chiamate in videoconferenza) e la possibilità di gestire le chiamate di gruppo un po’ come capita con Zoom ed altri software. E’ anche possibile condividere contenuti audio e video attraverso una chiamata FaceTime, rendendo le chiamate utili per molteplici ragioni.

  • Ancora più produttività, programmi dedicati per concentrarsi

All’interno di iOS 15 è inclusa un App al momento chiamata Focus. Permette di creare delle impostazioni rapide che sono adeguate in determinate situazioni. Ad esempio: se stiamo lavorando, possiamo usare Focus per regolare l’iPhone a suonare solo per certi contatti e notificare solo l’attività di certe Apps.

Molto simile alla funzione Non Disturbare, ma dedicata invece a salvaguardare lavoro e studio.

  • Live Text, le foto acquisiscono dettagli testuali

Siamo nell’era dell’Intelligenza Artificiale ed Apple non se lo fa dire due volte. Con questa funzione ora l’App per la fotocamera è capace di riconoscere il testo nel contenuto di qualsiasi cosa che si sta inquadrando.

In questo modo le è possibile effettuare ricerche online o salvarne i contenuti separatamente. Le foto possono essere intelligentemente salvate con Tag tramite questo sistema automatico, per trovare foto più velocemente all’interno dell’Album.

Queste sono solo alcune delle tante funzioni che verranno incluse in iOS 15, anche se va detto che ci sarà ancora tanto altro che ci aspetta nei mesi successivi alla sua uscita.