Il traduttore vocale che fa al caso vostro

Il progresso tecnologico in quanto a traduttori online sta facendo passi da gigante. Oramai Google Translate è quasi un pezzo d’antiquariato.

Pur se rimane ancora il più utilizzato da gran parte degli utenti in rete, i nuovi mezzi a disposizione per tradurre sono sempre più “attrezzati”.

Perché utilizzare un traduttore vocale.

Molti sono i programmi online e non che offrono la possibilità di avere una traduzione simultanea di ciò che registriamo vocalmente.

È grazie a queste piccole invenzioni che si può riuscire a conversare anche con persone che non parlano la nostra stessa lingua.

Prendiamo in esempio il traduttore vocale di Microsoft.

Quest’ultimo traduce simultaneamente le frasi pronunciate su un qualunque dispositivo Android e non lo fa superficialmente (come faceva Google Translate in tempi non sospetti) ma traduce in modo fedele e comprensibile.

Il traduttore vocale di Microsoft incorpora una funzionalità che permette di fare conversazioni fra più persone in simultanea. Questa è una modalità grandiosa per poter conversare con interlocutori di lingue differenti, risultando comprensibili a tutti gli effetti.

Non solo amatoriale : anche in ambito professionale può risultare molto utile.

Si può infatti far riunioni “in digitale” senza particolari problemi, scegliendo una lingua in comune con gli interlocutori che verrà poi tradotta simultaneamente.

Prendete comunque in considerazione la parola “comprensibile”, nel senso che potrebbe far fatica ad elaborare frasi troppo complicate.

Di conseguenza, è bene partire con i piedi di piombo formulando frasi semplici.

Tuttavia, man mano che si prende dimestichezza con il programma, risulterà molto semplice da utilizzare.

Insomma, il traduttore di Microsoft è uno step ulteriore rispetto a Google Translate, considerando che riesce a riconoscere solamente da un punto di vista vocale.

Poi se proprio non siete soddisfatti, anche Google Translate ha la sua funzionalità dedicata alla conversazione multipla simultanea. Vi lasciamo provare naturalmente, ma a vostro rischio e pericolo.


Leggi anche :

Translate : Google e altri, on line e off line