MemTest86, software per testare memorie RAM

Testare le memorie RAM di PC, notebook o PC desktop che sia,  risulta particolarmente semplice quanto affidabile grazie a MemTest86.

Il software, ulteriormente aggiornato alla nuova versione, è in grado di fornire una panoramica completa sui malfunzionamenti causati da fault di memoria.

In qualità di utenti Windows o di altri sistemi operativi open source, il rischio di imbattersi nelle cosiddette Blue Screen Of Death o di crash improvviso è sempre in agguato nel caso in cui i banchi di memoria RAM risultino malfunzionanti o danneggiati, anche minimamente.

Per ovviare al difetto e circoscriverlo a questa causa, è possibile sfruttare un utile freeware, MemTest86, il quale permette di ottenere una panoramica generale sullo status della memoria RAM disponibile, tenendo presente che tra le funzionalità risulta presente l’analisi delle RAM DDR4, nelle sue ultime versioni.

MemTest86 si presenta sotto forma di immagine ISO, per cui sarà necessario masterizzarla o virtualizzarla; oppure sfruttare il boot da chiave USB per ottenerne l’avvio immediato al caricamento di sistema. In questo ultimo caso, è garantito il supporto per i boot da UEFI.

MemTest86 analizza un banco RAM alla volta.

Nel caso in cui siano presenti più supporti disponibili, sarà sufficiente isolarli rimuovendoli uno ad uno. Il test proposto da MemTest86 è ricorsivo e prende in analisi un ottimo numero di parametri, portando talvolta la scansione ad essere prolungata nel tempo.

Tra i test disponibili troviamo:
Address test (con own address)
test di Moving inversions
Ones&zeros
8 bit/32 bit pat
random pattern
la sperimentazione della Block move (64)
sequenze di numeri random
un Bit Fade Test.
I test condotti sono complessi e specificamente volti a rilevare un algoritmo che permetta di categorizzare la RAM come funzionante o meno; in tal caso il software restituirà il valore zero ad ogni singolo test.
Il software ci permetterà di fare, intelligentemente, un’analisi della consistenza della RAM, per scegliere se sostituirla con nuovi banchi, oppure avere a disposizione il dato effettivo comprensivo dell’errore verificato.

Potrebbe interessarti anche :

RAM Smartphone: Quanta ne serve davvero?

Chrome consuma la RAM, come risolvere

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print