Guida completa a Youtube: come si usa, come si diventa youtuber.

Può darsi che avete iniziato solo ora ad esplorare le prime zone della rete, venendo così a conoscenza d’un servizio assolutamente popolare: Youtube. Nato nel 2005,  è una delle proprietà più importanti di Google. Al suo interno è possibile vedere video d’ogni genere, riprese amatoriali o tutorial creati da esperti. Di questo punto pare evidente che alcuni autori sono particolarmente famosi e ricchi, proprio grazie a Youtube e la sua meccanica pubblicitaria, con il quale paga gli utenti per una certa quantità di visioni (ed altri calcoli).

Come possiamo diventare Youtuber iniziando da zero ?

Molto, moltissimo dipende da voi. Se avete una particolare passione che intendete “sfruttare” mostrando al mondo le vostre competenze e abilità, non rimane che iniziare le registrazioni,

Quindi il punto di partenza è creare un account , ma dandosi una strategia.

Perchè di canali ve ne sono (letteralmente) un’infinità, ma quando l’obiettivo è il successo (o comunque campare di quello, grazie alla pubblicità) distinguersi e/o dare un servizio utile è necessario per raggiungere il successo.

Iniziate pure a caricare i vostri video nel “Tubo”, ma quando si tratta di rendere questi video di qualità o almeno minimamente popolari, è necessario uno sforzo in più.

Registrare video d’alta qualità.

Almeno Full HD: non è difficile, molti smartphone hanno questa funzione come standard.

Oltretutto molte Webcam registrano in FHD senza costi eccessivi per l’acquisto dell’attrezzatura.

Mostrarsi in un video interessante, utile, o divertente è la chiave del successo. Ma anche il contorna della qualità del video stesso conta.

Il montaggio video.

Aggiungere musiche (non coperte da Copyright) serve a donare leggerezza e maggior attrattività a quanto ci si appresta a mostrare. Tutti i passaggi dei video debbono essere chiari e ben illustrati: per montare il video in modo ottimale serve un lavoro di taglia e cuci, che richiede tempo e impegno.

Potete provare con software come Camtasia, del quale ha molti tratti guidati che possono aiutarvi a creare un buon video.

Quel qualcosa di speciale…

Se intendete emergere a livello di Youtuber professionisti è tempo di comprendere bene cosa avete di speciale da offrire al mondo.

Sono molti gli Youtuber che si distinguono per fantasia e originalità, o per simpatia e ilarità, o anche partendo da un bell’aspetto estetico.

Per appurare quali siano le nicchie meno sfruttate nel proprio Paese, sicuramente troveremo spazi fra quanto possiamo realizzare in casa (dai corsi di cucina con tanto di ricette, alle dimostrazioni sul faidate) o quanto possiamo rendere bene nei “corti” comici e originali.

Evitare l’uso eccessivo d’imprecazioni.

Mantenete sempre un rapporto cordiale con l’utenza ed eventuali colleghi: Youtube non supporta persone che si comportano male. Per chi si da al turpiloquio senza freni è bene ricordare che è prevista  la riduzione dei guadagni o una maggior difficoltà di esser trovati nei risultati delle ricerche.

E ora gli spettatori…

Una volta che avrete centrato la vostra nicchia, dopo che avrete un buon seguito d’utenza, ora è tempo di espandere l’argomento e presentare sempre contenuti freschi e quotidiani.

E’ così che si fidelizzano e si accrescono i seguaci.

Evitate di creare video lunghissimi e noiosi, se possibile non portatevi mai oltre la mezz’ora per video.

…e per promuoversi? Se necessario, effettuate uno scambio di condivisioni con altri Youtuber come voi, scambiandovi così visioni e aumentando il numero d’iscrizioni.

Perchè affinchè il canale divenga redditizio è necessario aumentare (in modo lecito) il numero di spettatori.  Solo così, con la fuizione a ripetizione dei video pubblicati, sarà possibile anche guadagnarci e, con il tempo, farne una vera e propria professione.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...