Classifica dei siti web più visitati in Italia

Diamo il consueto sguardo ai dati aggiornati da Alexa  al 5 Marzo 2021.

Fra i siti web più visitati in Italia rientrano i social più frequentati, portali web e motori di ricerca.

La classifica è costantemente aggiornata e offre commenti e statistiche in tempo reale ogni mese : ecco di seguito l’ultimissimo update.


Ed ecco il consueto aggiornamento della classifica, fra trend si confermano e novità in arrivo specchio del tempo che viviamo.

La volta precedente il trend era trascinato da pandemia e lockdowwn, elementi emersi tragicamente nel nostro quotidiano per tutto il 2020. il Coronavirus avrà potuto fermare l’economia, ma non ha bloccato idee e opionioni, e l’inesorabile fruizione del web.

Ormai possiamo senza dubbi affermare che la Rete è il maremagnum che rappresenta, anche attraverso i numeri, idee e tendenze della società.

Iniziamo dalla prima analisi macro

Fra i primi 10 classificati, 7 rimangono americani (stabile rispetto alla rilevazione precedente).

Se Wikipedia mantiene la propria leadership per la diffusione della “conoscenza”, Amazon è stabilmente la piattaforma e-commerce per eccellenza (al 4° posto) tallonato però (e qui è la prima novità) da Ebay, che piazzandosi al 9° posto piazza l’ascesa più rumorosa di questo aggiornamento.

In cima si conferma la galassia di Google (fra il “.com” e il “.it”, spicca Youtube). La ex sorpresa di Proiezionidiborsa.it  si afferma al 5° posto, realtà italiana di dimensioni modeste che però si infila di diritto fra i giganti del web.

Repubblica.it  perde 2 posizioni ma insiste a prevalere sul rivale milanese del Corriere.it , il quale invece perde 4 posizioni al 23° gradino. Contro il 10° del quoridiano romano.

Il portale di Gossip e news “Dagospia” si mantiene sulla scia precedente, in 13a posizione con un gradino in meno, mentre Libero.it  recupera le 3 posizioni perdute precedentemente e riguadagna la top 10.

Qualcosa si continua a muovere, negli ultimi mesi, fra le sabbie mobili della cima di classifica (ovvero fra i primi 10) e anche questa volta abbiamo 2 elementi di cui discutere.

Inps e Facebook.

Avremmo mai potuto pensare che 2 ambiti (e 2 mondi) così lontani rappresentati da Inps e Facebook potessero essere accostati?  Eppure si. In questa classifica i 2 rappresentano i maggiori scostamenti di rilievo.

Se Inps guadagna 15 posizioni (l’avanzamento più rilevante!) probabilmente spinta da ricerche e richieste di cassa integrazione, ristori, e sostegni ad un economia sconquassata, contestualmete Facebook è la perdita più rilevente e clamorosa!  Facebook, simbolo ed essenza esso stesso dei social, perde una rumorosa quantità di posizioni (ben 11 !) piazzandosi al 17° gradino. Il posizionamento più basso di sempre per la creatura di Mark Zuckerberg.

Credo sia possa pensare che questi 2 movimenti bruschi in classifica, siano la fotografia del momento.

Da una parte vi sono i sostegni (INPS) necessari ad un ecosistema sempre più col fiato corto causa pandemia,  dall’altra uno strumento (Facebook) sempre più older (anche in termini di target degli utenti) che perde di interesse insieme alla perdita di tanta socialità a seguito della diffusione del Covid19.

E-commerce : Amazon e Ebay sempre in testa.

Anche qui : specchio dei tempi.  Se siamo chiusi in casa (o quasi) l’e-commerce diviene uno strumento indispensabile.

Ne approfitta Ebay che guadagna ben 5 posizioni (il salto più rilevante da tanto tempo a questa parte per questa piattaforma) occupando la 9a posizione, mentre Amazon scala un altro gradino in 4a posizione.

Subito.it  mantiene il proprio livello in 16a posizione. Il sito di annunci di origini svedesi (settore “classified” , quindi non e-commerce) è l’unica alternativa ai due giganti americani, nell’ambito degli acquisti e del commercio.

L’informazione più letta sul web italiano.

L’informazione italiana vede un assestamento rispetto alla rilevazione di giugno, e il dualismo fra Repubblica Corriere continua a premiare il primo. Con questo aggiornamento di classifica il quotidiano di Roma perde 2 posizioni (10° posto) mentre le attività on line del quotidiano di Milano ne perde 4, infilando il 23° gradino).

Il caso di successo è invece Proiezionidiborsa.it  (in 4a posizione) dietro solo al gigante Google : una risultato strabiliante che posiziona il sito sopra a tutti. Ci piace pensare che si tratti di un caso editoriale indpendente che viene premiato al pubblico proprio per questo motivo.

Incredibile risultato per un settore, quello finanziario e valutario/borsistico, che notoriamente non è in cima ai pensieri degli italiani, eppure Proiezionidiborsa si è guadagnato uno spazio nel tempo ed è balzato in cima alle visite. Un caso di studio che presto approfondiremo.

Lo storico portale Libero.it , attore di primo piano nel web nazionale, riguadagna le 3 posizioni perse nella rilevazione precedente. Va segnalato che anche Virgilio.it si difende (in 22a posizione) a conferma del sucesso del gruppo Italiaonline.

Clamoroso sboom fra i social.

Facebook perde, e tanto, seppur rimane l’unico rivale di Google nella disfida della pubblicità on line a livello globale, ma  Instagram, ormai diffuso e utilizzato da tanti, non compare più da tempo fra i primi 30 classificati.

La carica dei perfetti sconosciuti.

Veniamo alle nuove entrate: se prendiamo in considerazione solo quelli che fino ad oggi non sono mai entrati in classifica (ovvero esclusi i ritorni in sali-scendi).

Ne citiamo 2 : Microsoftonline.com  (in 28a posizione)  Chaturbate.com (27a posizione per il sito hot di Live cam).

Rimane l’interrogativo delle APP.

Buona parte del tempo che gli utenti passano (o perdono…) con i social network, le chat, e molto altro, è veicolato dalle applicazioni per smartphone.

Pertanto non possiamo pensare che questa classifica sia la visione definitiva, ma che rappresenti una parte significativa delle tendenze.

I motori di ricerca.

Come già più volte ribadito è Google l’unico e incontrastato Motore. Per quanto abbia un competitor che resiste (Live.com di Microsoft, al 15° gradino) rimane in beata solitudine in cima alle preferenze e gli usi degli utenti.

Ormai comunemente accettato come uno standard , al pari di Whatsapp per il comparto delle chat.

Il fronte divulgativo & spettacolo.

Mediaset.it esce dai primi 30, mentre Netflix ne guadagna 5, alla 18a posizione.

Dalla classifica appare chiaro quanto le maggiori attività degli utenti italiani sul web rimangano le seguenti :

  1. fare ricerche
  2. informarsi sui fatti di attualità (e questo è un fatto molto positivo)
  3. passare (meno) tempo sui social network (almeno da web, chissà da app)
  4. utilizzare servizi di quotidiana necessità (Poste, Tim, Ebay)
E come si posizionano i siti vietati ai minori ?

Il settore del porno, lo sappiamo, è ormai evoluto tutto sulla Rete. E trovano uno spazio importante anche fra i siti web più visitati.

Se abbiamo parlato di Chaturbate.com, che con le sue lice cam scala la classifica, Bongacams fa un ulterior balzo al 6° gradino, mentre Livejasmin esce dalla top 30. Un po’ di scossoni, insomma. Seppur c’è ancora chi (a torto) insiste a dire che il porno è agonizzante…

Ai nostri lettori ogni ulteriore commento.

———————————–

Ecco la classifica dei siti web più visitati in italia,  aggiornata al 05/03/21
posizione sito + / –
1 Google.com =
2 Youtube.com =
3 Google.it =
4 Amazon.it +1
5 Proiezionidiborsa.it -1
6 Bongacams.com +4
7 Wikipedia.org -1
8 Libero.it +3
9 Ebay.it +5
10 Repubblica.it -2
11 Yahoo.com -2
12 Poste.it +4
13 Dagospia.com -1
14 Live.com +1
15 Inps.it +15
16 Subito.it +2
17 Facebook.com -11
18 Netflix.com +5
19 Laleggepertutti.it +3
20 Gds.it -3
21 Microsoft.com +3
22 Virgilio.it -2
23 Corriere.it -4
24 Agenziaentrate.gov.it New
25 Gazzettadelsud.it New
26 Ilmeteo.it New
27 Chaturbate.com New
28 Microsoftonline.com -7
29 Tim.it -1
30 Zoom.us New

Leggi le serie storiche :

I siti più visitati in Italia a Novembre 2020

I siti più visitati in Italia a Ottobre 2020

I siti più visitati in Italia a Giugno 2020

I siti più visitati in Italia ad Agosto 2020