Youtube Music sostituisce Google Play Musica

Da tempo anche Google si è lanciata nel mondo della musica in streaming, potenziando così il servizio Google Play Musica con un’offerta a pagamento.

Un pò di storia…

Era addirittura il novembre 2011 la data in cui BigG scelse di avviare Google Music, inizialmente solo negli USA, per acquistare musica, mentre dal 2012 Google Music è stato completamente integrato in Google Play , rinominato quindi come “Google Play Music”.

Dopo un avvio con buoni risultati, da fine 2012 il servizio streaming è stato reso disponibile anche nei principali Paesi dell’UE, da Francia a Spagna, da Italia a Regno Unito e Germania.

Oggi come in passato Google non smette di sperimentare.  Questa politica porta anche a duplicare i servizi a tal punto che, talvolta, è necessaria una sfalciata.

Ecco quindi che l’app su cui Mountain View spinge di più, quella di Youtube, avrà la meglio su Google Musica.

Youtube Music sostituisce Google Play Musica

Google aveva pensato anche ad un nome molto impegnativo : “Music Unlimited“, con un offerta di 9,99 euro mensili.  Un negozio di musica digitale quindi, con file acquistati con estensioni mp3.

File che vengono poi memorizzati sul cloud legato al proprio account Google, per poi poter essere ascoltato in streaming attraverso l’applicazione Google Play Music.  Ma il brano o l’album possono essere anche scaricati per l’ascolto offline sul computer.

Tutto nelle migliori intenzioni del business.

Con lo sviluppo dell’applizazione di Youtube (che ricordiamo essere il sito di video e musica più visitato al mondo) la ragion d’essere di Google Play Musica è venuta meno.

Per questo motivo Google ha ufficializzato che a breve Youtube Music sostituirà definitivamente la storica precedente applicazione, convergendo tutti gli utenti su unica piattaforma. La sua.

Musica in streaming con la modalità offline.

Un mercato ancora in piena espansione con numeri incoraggianti. Per il consumo di musica ormai prevale una forma definitiva nel formato mp3 o in streaming anche offline.

Con l’abbonamento a YouTube Music Premium è possibile ascoltare la musica offline scaricando i brani e video preferiti sul dispositivo mobile. Da li in poi si potrà continuare ad ascoltarli anche senza un  accesso a Internet. L’escamotage serve sopratutto quando si vuol risparmiare sul traffico dati della nostra sim, sfruttando preventivamente un wifi per il download.

I contenuti scaricati si potranno conservare con l’unico dettaglio di riconnettersi a Internet almeno una volta ogni 30 giorni : così facendo scatteranno le verifiche se l’utente è ancora “premium” pagante o meno.

Youtube Music supera i 500 milioni di download.

Ed è notizia di questi giorni quella che certifica il raggiungimento dell’App di Youtube dei 500 milioni di download. Mezzo miliardo di utenti che ne decretano il successo ormai definitivo.

E il trend viene spinto da Google stessa con nuove funzioni in costante aggiornamento.

La nuova funzione, prevista per Android, permette di trasmettere la musica, dal proprio account agli altoparlanti intelligenti, e in modo gratuito. Finora questa azione era consentita solo agli utenti paganti (premium). Ora è free per tutti.

 


 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print