Dematerializzazione della ricetta : l’app per ritirare i farmaci

L’emergenza Coronavirus che ha colpito tutto il mondo ha costretto un po’ tutti a cambiare le proprie abitudini di vita. Limitazioni allo spostamento, restrizioni varie si sono rese necessarie per evitare una maggiore diffusione del virus. Tra le cose che sono cambiate vi è anche la modalità di richiedere la ricetta medica per i farmaci e di ritirarli in farmacia.

È diventata ufficiale la dematerializzazione della ricetta medica. Il cittadino non dovrà più recarsi fisicamente dal proprio medico di base ma riceveranno un codice che sostituirà la ricetta cartacea.

Si tratta, per l’appunto, della ricetta dematerializzata. Con il suddetto codice ci si potrà recare in farmacia, comunicarlo e ritirare i farmaci.

Dematerializzazione della ricetta, come funzione fino ad ora.

Fin dal momento stesso in cui è stata introdotta la dematerializzazione della ricetta, vi erano tre modalità per l’invio della stessa al cittadino.

Questo può avvenire via email, attraverso un messaggio  o direttamente per telefono.

In questo modo si riceve un codice (che rappresenta, in fondo, il numero della ricetta) da comunicare in farmacia per poter ritirare i farmaci.

Una nuova app in arrivo.

Negli ultimi giorni, però, ci sono novità importanti per quanto concerne la dematerializzazione della ricetta e, in particolare, il ritiro dei farmaci prescritti dal medico di base.

Consci del fatto che, in Italia, ci sono un po’ di ritardi nell’innovazione tecnologica in materia sanitaria, pare che sia in vista una particolare applicazione che ci permetterà, direttamente mediante il nostro smartphone, di gestire direttamente il ritiro delle ricette dematerializzate.

Una possibilità in più che si va ad aggiungere alla già innovativa ricetta dematerializzata. Utilizzandola nella maniera più ampia possibile, sarà possibile semplificare di molto l’invio della ricetta stessa dai medici ai propri pazienti.

Ci appare importantissimo sottolineare come anche la gestione di ogni singola ricetta da parte delle farmacie verrà notevolmente semplificata.

Funzionamento semplice e intuitivo.

Ma come funzionerà, nel dettaglio, questa nuova applicazione? L’app, di cui ancora non si conosce il nome esatto, sarà molto semplice da utilizzare proprio per renderla fruibile anche dalle persone più anziane magari non troppo avvezze all’uso dello smartphone.

Sarà, in ogni caso, scaricabile in maniera del tutto gratuito sia sui dispositivi Android che iOS. Per accedere all’applicazione si dovranno inserire le proprie credenziali confermandole sia con il codice fiscale che con l’eventuale credenziale Spid.

Per il ritiro del farmaco, a seguito della prescrizione del proprio medico, si potrà visualizzare all’interno dell’app un codice QR che, scansionato in farmacia, indicherà direttamente il farmaco da ritirare al cliente.

Tutti i dati necessari si troveranno sullo smartphone.

Dunque si eviteranno, ad esempio, gli errori che possono derivare, ad esempio, da un’errata trascrizione del codice.

La nuova applicazione potrà prevedere la registrazione di più utenti.

Questo si rivelerà molto utile per le persone più anziane che potranno “delegare” figli o nipoti per il ritiro delle proprie medicine in farmacia.

Quest’app rappresenterà un passo in avanti nel processo di dematerializzazione della ricetta che tornerà indubbiamente molto utile anche nel post emergenza Coronavirus.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print