Vero o Falso : il nostro PC è a rischio di intromissioni

E’ vero che chiunque può accedere da internet al nostro computer, hackerando i nostri dati e i nostri file? Quanto ci mette a rischio il navigare senza protezioni sul web? 


Quando navighiamo non pensiamo minimamente al fatto che qualcuno potrebbe ‘spiarci’ per carpire tutte le nostre informazioni e ‘rubare’ la nostra identità.

E’ una cosa possibile o è soltanto leggenda ?

furto di dati sensibiliAccendere il computer e collegarsi ad Internet è una delle attività più comuni che siamo portati a fare nel corso della giornata.

Purtroppo i modi in cui i malintenzionati riescono ad appropriarsi dei nostri dati sensibili possono essere molti.

Il furto di dati sensibili risulta ormai essere una pratica piuttosto diffusa.

Le modalità più gettonate e su cui le forze dell’ordine impegnano la maggior parte delle proprie forze per contrastare il fenomeno, sono tre :

  1. il cosiddetto “phishing”, ovvero l’accaparrarsi dapprima la nostra fiducia per poi ‘fregarci’ inesorabilmente
  2. i malware su computer e dispositivi come i comunissimi smartphone
  3. la sottrazione dei dati su server di aziende o amministrazioni pubbliche.

Una volta che i criminali si sono impossessati dei nostri dati, può davvero accadere di tutto.

E qualsiasi scenario significa per la vittima di sicuro un grosso guaio.

Si va dall’acquisto di beni aprendo un finanziamento sul contro della persona truffata (automobili case, ecc.) oppure il semplice furto dell’identità per truffare terze persone “di fiducia della vittima”, ad esempio contattandole e chiedendo loro di inviare una somma in danaro “perchè sono rimasto senza soldi, scusami”.

O ancora, seppure in maniera decisamente più rara, qualcuno potrebbe sfruttare la nostra identità per farla franca e sfuggire ai controlli (pensiamo ad esempio ai terroristi, ma anche ai membri delle organizzazioni malavitose).

Come si può fare per difendersi dal furto di dati sensibili ? Anzitutto capire che il web è una giungla.

Diffidare di chiunque, anche di ciò che ci sembra a prima vista immacolato.

Il pericolo, come abbiamo visto, è sempre dietro l’angolo.

Inoltre, pratica diffusa e affidabile è dotare i nostri dispositivi (tutti!) dei migliori antivirus in circolazione (occhio a scaricare robe scadenti!), affinchè malware e affini non possano attaccarci in alcun modo.

Ma per stare tranquilli bisogna agire anche sul conto corrente.

Attenzione massima sul nostro saldo, con segnalazione immediata alla banca in caso riscontriamo qualche stranezza o irregolarità.

Inoltre, è bene contattare il proprio istituto di credito per ottenere qualche protezione in più e assicurazioni aggiuntive per evitare finanziamenti a nostro nome fatti dai truffatori.

Un po’ di attenzione in più può davvero preservarci dai raggiri e non farci ritrovare con delle brutte sorprese.