FriendZ è l’app per guadagnare pubblicando foto sui social

Social network e advertising, un binomio molto fruttuoso per le grosse aziende che vogliono farsi pubblicità. A non guadagnare nulla, se non un bombardamento di banner pubblicitari, sono sempre stati gli utenti dei social network.

Da qualche anno però, FriendZ, una realtà tutta italiana, ha ideato un’applicazione che consente di guadagnare pubblicando foto sui social e partecipando a campagne pubblicitarie.

Come funzionano le campagne pubblicitarie?

Il funzionamento è semplice: le aziende contattano FriendZ per richiedere alcune campagne pubblicitarie che possano coinvolgere gli utenti. La compagnia gira parte degli introiti agli utenti, che in cambio dovranno partecipare attivamente promuovendo attraverso post e foto sui social network (Facebook e Instagram) prodotti, aziende, video…

Gli utenti sono coinvolti prevalentemente su Facebook ed Instagram e vengono stimolati a produrre contenuti creativi, a partire da una miriade di fotografie e selfie che possano ricevere like e interazioni sui social.

L’algoritmo di FriendZ valuterà anche questo aspetto: più le foto avranno successo, maggiori saranno i vantaggi per l’utente. Si va da crediti bonus a campagne “premium” dai crediti elevati.

Anche la qualità delle foto postate è importante; difatti, le foto che ricevono una valutazione elevata vi consentiranno di sbloccare bonus e un nuovo livello per il vostro account.

Se siete perplessi circa le possibilità di guadagno, possiamo dirvi che con sole due campagne a cui abbiamo partecipato abbiamo raggiunto la quota di 900 crediti, sufficienti per richiedere ad esempio un buono regalo da 5€ da spendere ad esempio su Amazon.

Naturalmente non tutte le campagne consentono un guadagno elevato in termini di crediti, molte sono da 30-50 crediti. Ma non siete obbligati a partecipare alle campagne pubblicitarie che non sono di vostro gradimento e ogni giorno avrete a disposizione più campagne a cui poter partecipare; farne quante più possibile e raggiungere un buon livello di qualità fotografica (almeno 3 stelle su 5) vi consentirà comunque di ottenere l’accesso alle campagne ricche di crediti (ad esempio, anche da 300 o 1000 crediti).

FriendZ è un’opportunità per gli appassionati di social e fotografia.

Vi permetterà infatti di fare della vostra passione anche una piccola fonte di guadagno. Il tutto, dando sfogo alla vostra creatività e fantasia.

Come evidenziato anche dalla rivista on line “Engage” sono numerosi i brand che affidano le campagna on line all’applicazione.  Da Siemens ad Amaro Ramazzotti si moltiplicano i brand che necessitano di un inevitabile refresh di immagine attraverso i canali Social.

Sempre più consapevoli che i canali on line di socializzazione sono strumenti importanti per catturare l’occhio e il coinvolgimento degli utenti.

Segno del successo crescente per la formula ideata e portata avanti dal team tutto italiano. Che crediamo valga la pena di sostenere.

Friendz e i suoi centinaia di migliaia di utenti.

Tanti infatti sono gli utenti coinvolti da un primo periodo di start up, agevolato da un contributo di Triboo che nel 2016 entra a far parte della compagine societaria.

Nel 2017 la startup supera il primo milione di euro di fatturato, e alla fine del 2018 viene aperta “Friendz SA” con sede a Chiasso, per lanciare in Svizzera l’operazione di ICO (grazie ad una regolamentazione elvetica più favorevole) con l’obiettivo di espandere il business all’estero.

Ma proprio questo passaggio di internazionalizzazione ha spostato la testa della società che è divenuta quindi elvetica, pur mantenendo in Italia la “srl” che ad oggi, per voce del giovanissimo CEO,  Alessandro Cadoni, è una pura rivenditrice dei servizi. Il braccio commerciale che opera con i clienti italiani.

Mentre dall’altro lato ha contribuito al rellentamento del business, soprattutto a fronte della difficoltà di replicare all’estero il modus operandi. In Italia è previsto che il contatto sia diretto con i clienti.  In terra straniera questo accreditamento è ben più difficile, e si è reso necessario strutturarsi con un adeguato format che includa dei partner locali (agenzie) per coinvolgere potenziali clienti disposti ad investire in campagne promozionali.

Poi mettici anche il fatto che Facebook ha irrigidito le proprie policy a causa dei diversi scandali che l’hanno travolta. Proprio a seguito di questo passaggio storico, si è deciso di moltiplicare le piattaforme social su cui Friendz opera. Per poi coinvolgere utenti più creativi.

Ed è così che Friendz ha dovuto anche scovare un nuovo modello di crescita, che passa da Atlantix, una piattaforma utile ad acquistare e gestire le campagne (direttamente, dai clienti finali o dalle agenzie).

Raccolta fondi in Botcoin : molto avanti.

Questa startup italiana nell’anno domini 2017 ha raccolto ben 24 milioni di euro attraverso una cosiddetta ICO (“initial coin offer”) con la criptovaluta Ethereum.

ICO è una vera e propria raccolta di fondi che si differenzia dal classifici crowfunding in quanto avviene attraverso un’offerta di criptovalute , modalità di finanziarsi che è oggi è ridimensionata da una regolamentazione stringente (a seguito a quanto, in altri Paesi, è stato fatto con operazioni poco trasparenti). Ma non è stato tutto rose e fiori. Il management si è dovuto confrontare con i limiti di questa modalità di procacciamento capitali, a causa della svalutazione della criprovaluta Ethereum.

Proprio qui la società ha, paradossalmente, subito un minimo rallentamento, in seguito alla liquidazione di un socio forte come Triboo. Pare a seguito di divergenze di vedute. Il pagamento della quota detenuta ha impattato i fondi raccolti in modo geniale. Proprio come avvengono le campagne per i clienti, Friendz si è rivolta direttamente agli utenti chiedendo (dietro gratificazioni in buoni sconti) di coinvolgere altri utenti e altri finanziatori privati. E la campagna ha avuto successo.

Mentre ad oggi risultano operativi solo i mercati di Italia, Svizzera e Spagna, dopo diversi rinvii pare che Friendz sia pronta a spiccare il volo. Nei prossimi 2 anni sono previste aperture di attività in 20 Paesi.

Ad oggi i 247mila utenti gli attivi (oltre ai crediti in voucher e gift card) possono contare su crediti  convertibili in FriendzCoin, una cryptovaluta proprietaria lanciata sul mercato a marzo 2018.

Con 4 uffici attivi a Chiasso, Milano, Roma e Madrid, coinvolge uno staff di 50 persone di staff, 200 clienti (grandi brand) e un database che vanta 5 milioni di foto e oltre 3700 campagne lanciate fino a oggi.

Quindi a dispetto delle difficoltà, la buona stella sembra non essersi eclissata.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print