Nintendo New 3DS: recensione Xenoblade Chronicles 3D

Il caso di Xenoblade Chronicles è piuttosto particolare perché a volte le software house non lanciano contemporaneamente i loro titoli ma fanno letteralmente “sospirare” i fan.


Nel 2011 dopo petizioni, richieste e indagini di marketing è arrivata l’esclusiva. Dopo quattro anni di distanza Xenoblade Chronicles è arrivato anche per Nintendo New 3DS (e non per il 3DS).

Gli Homs e i Mechan hanno preso il sopravvento sugli Dei da cui erano stati originati, Bionis e Mechanis. Gli Homs sono riusciti a sopravvivere ma dopo l’ultima battglia i Mechan attaccano Bionis e Shulk, un ragazzino, dovrà impugnare la spada Monade per sconfiggerli. Ovviamente all’inizio sarà all’oscuro dello straordinario potere che si cela nella spada e che lui è l’unico capace di utilizzarla.

La struttura del gioco è un open world JRPG. Shulk e altri amici lo esploreranno in lungo e largo sbloccando i percorsi obbligati e superando sempre nuovi confini man mano che la trama si svolge. Il giocatore ha a disposizione tre personaggi oltre a Shulk da scegliere prima della partita. In Xenoblade Chronicles i nemici sono molto strani perché ve ne sono molti che vi ignorano. Durante i combattimenti (che ricordano molto quelli dei MMORPG) le abilità speciali potranno essere attivate selezionandole dal menu e utilizzando i punti accumulati per potenziarle.

Siccome il gioco offre la possibilità di scegliere diversi personaggi, si deve controllare sempre la barra dell’affinità di gruppo, soprattutto dopo una battaglia molto difficile in cui si rende necessaria la rianimazione. Fortunatamente non esiste il game over e salvando le partire potrete ricominciare dal check-point.

Xenoblade Chronicles è in 3D e gran parte del lavoro di grafica fatto in precedenza è stato conservato, anche se alcuni effetti potevano essere realizzati meglio. Le musiche e i doppiaggi sono perfetti anche se in lingua inglese, probabilmente per non intaccare la memoria visto che il gioco occupa tantissimi blocchi. Sinceramente ci aspettavamo di meglio anche perché nel porting non sono possono utilizzare i comandi touch. Forse gli sviluppatori non avevano intenzione di modificare l’interfaccia classica.

Questo è il titolo più lungo che abbiamo provato sino ad ora però non ce la sentiamo di bocciarlo anche perché la storia è coinvolgente. Il giudizio finale è sufficiente.

Anche se non è conosciutissimo fra tutti i fan della Nintendo, Xenoblade Chronicles ha una storia a dir poco particolare. Nato su Nintendo Wii, ha ricevuto molte recensioni positive, ma comunque un impatto limitato sul mercato. Almeno finché non sono arrivati i Remake, il che se ci pensiamo non ci è voluto nemmeno molto (5 anni se contiamo la data d’uscita di quello originale, il 2015, di cui vi riportiamo sopra la recensione).

Nel frattempo però, Nintendo New 3DS è una console che sta lentamente morendo. La Nintendo non l’ha nemmeno dichiarata negli ultimi rapporti. Significativo: ormai tutto va concentrandosi sul Nintendo Switch e sui giochi presenti su Smartphone.

Xenoblade Chronicles ha ottenuto anche un remake su Nintendo Switch, usando il motore che è stato altrimenti assegnato al suo seguito, Xenoblade Chronicles 2.

Il remake per 3DS è stato amato dai fans, pur risultando difficile da digerire.

Viste le sue caratteristiche infatti, solo i modelli di New 3ds potevano supportare questo gioco, escludendo pertanto tutti i modelli “normali” d 3DS.

Questo naturalmente ha creato qualche problema nel rendere popolare il titolo. Inoltre, la presenza d’uno schermo più piccolo ha pesato per un gioco che in origine era dedicato ad una console fissa come la Wii.

Il Remake sarà naturalmente su misura per TV e schermi più grandi del 3DS, come appunto quello dello Switch. Visto che è fatto con il motore del seguito, le caratteristiche tecniche tendono ad essere notevolmente migliori e con un livello del dettaglio decisamente più alto.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print