Powerbank sharing: Londra prima città al mondo

Il powerbank sharing potrebbe essere l’invenzione dell’anno, condividere la carica del cellulare è attualmente un servizio di grande utilità. Il progetto parte da Londra, da un’idea di Hugo Tilomouth, fondatore di ChargedUp.

La start-up britannica ha messo in piedi una vera e propria rete di stazioni powerbank su tutto il territorio di Londra. In queste aree sarà possibile ottenere un powerbank e caricare il proprio smartphone. Quando non avrai più bisogno del caricatore mobile, puoi riportarlo alla stazione powerbank e riconsegnarlo. Verrà in seguito utilizzato da un altro utente. E così via, il processo a catena è stato innescato.

Powerbank sharing: ChargedUp

L’idea nasce dalla pauro o timore di non essere connessi alla rete mobile. In italiano si chiama Nomofobia, e rientrano perfettamente in questa categoria tutte le persone che mostrano ansia quando la batteria del cellulare è quasi scarica, quando il credito sta per finire, o comunque quando il proprio smartphone non è momentaneamente utilizzabile.

Ebbene, d’ora in poi non avremo più questa paura grazie a ChargedUp. Per il momento le stazioni powerbank sono presenti solo a Londra, ma ben presto potremo vederle anche in Italia. Basterà recarsi presso la stazione più vicina e ritirare il proprio powerbank. Il servizio ovviamente è a pagamento.

Come funziona.

Però non hai ancora capito come funziona il powerbank sharing? Te lo spieghiamo noi.

La prima cosa da fare è scaricare l’app di ChargedUp e cercare la stazione di ricarica più vicina a te. Poi dovrai selezionarla e recarti presso la stazione. Una volta arrivato a destinazione, dovrai scansionare il codice QR (rilasciato dall’app al momento della selezione) ed accedere al sistema.

Sul display della “colonnina” ti verrà indicata la tua cassetta contenente il powerbank. Non ti resta che avvicinarti e ritirare il powerbank. A lato troverai i cavetti per ricaricarlo.

Infine, una volta che il powerbank non ti serve più, puoi riportarlo in una qualsiasi stazione.

I prezzi

Innanzitutto riceverai un bonus di £1 al momento dell’iscrizione, da utilizzare subito. I prezzi del powerbank sharing sono i seguenti:

  • 50 pence – 30 minuti
  • £3 – 1 giorno
  • £30 – 10 giorni o più

Nel caso in cui non restituisci il powerbank in una stazione per 10 o più giorni, il totale sarà di £30 e il powerbank diventerà di tua proprietà. Potrai comunque restituirlo presso una stazione di ricarica entro 1 anno.

Puoi monitorare le tue spese direttamente dall’app di ChargedUp, in tempo reale.

Conclusioni

Questo tipo di servizio è altamente innovativo e risponde alle esigenze delle persone. Rimanere con lo smartphone scarico, e quindi inutilizzabile, potrebbe creare diversi tipi di problemi (lavorativi o personali). Avere la sicurezza di una stazione di ricarica nelle vicinanze, è sicuramente di grande aiuto. Ti basterà recarti lì, ritirare il powerbank e il gioco è fatto.

L’idea è assolutamente valida, a Londra inoltre sta già riscuotendo un certo successo. Ipotizziamo che la start-up possa sbarcare anche nel resto d’Europa e rivoluzionare l’intero sistema di ricarica di smartphone ed accessori hi-tech.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print

Potrebbero interessarti anche...