Amazfit T-Rex, recensione del primo rugged Huami

L’Amazfit T-Rex è tra gli indossabili più attesi del 2020. E proprio in occasione dell’ultima edizione del CES di Las Vegas, il primo rugged in casa Huami è diventato ufficiale. Un dispositivo che sembra promettere molto bene e che può contare su diverse funzionalità, specie in qualità di sportwatch, ed un prezzo contenuto. Tutto questo rende il nuovissimo Amazfit T-Rex uno degli smartwatch con il miglior rapporto qualità/prezzo attualmente sul mercato.

Amazfit T-Rex, com’è fatto?

Iniziamo dando un’occhiata all’attesissimo rugged Huami per delinearne le principali caratteristiche “esterne”.

Ci troviamo davanti ad un dispositivo dalle dimensioni che non si discostano molto da altri dispositivi già noti.

Misura 4,77 x 4,77 x 1,35 centimetri.

Peso di 58 grammi.

La cassa dell’Amazfit T-Rex è circolare.

Sul suo perimetro si trovano quattro tasti che ci serviranno per utilizzarne le varie funzionalità:

  1. select (per selezionare la voce di nostro interesse);
  2. back (per muoverci a ritroso tra le funzionalità tornando, cioè, indietro);
  3. down (per muoversi dall’alto verso il basso);
  4. up (per muoversi dal basso verso l’alto).

Due di questi si trovano a sinistra del quadrante, due, invece, a destra. La zona inferiore della cassa, invece, ospita il sensore per il rilevamento del battito cardiaco.

La scocca del’Amazfit T-Rex è realizzata in materiale polimerico resistente mentre il cinturino è in silicone. Risulta, per questo, particolarmente comodo da indossare. Il design, in definitiva, è piacevolmente maschile.

Amazfit T-Rex, le principali funzionalità

L’Amazfit T-Rex era attesissimo per la sua elevata resistenza. Si tratta, infatti, di uno sportwatch decisamente super resistente progettato per resistere a temperature bassissime (fino a -40°C) e altissime (fino a +70°C).
Ma non solo: il materiale resistente con cui è realizzato lo rende indistruttibile in caso di caduta senza considerare che risulta impermeabile sino a 50 m di profondità.

Prima di essere approvato, non a caso, il dispositivo ha ottenuto ben 12 certificazioni di tipo militare tra cui spicca la MIL-STD-810G che prevede, in particolare:

  • resistenza all’umidità e al ghiaccio;
  • resistenza alle cadute fino a 1,2 m;
  • resistenza a qualunque urto o vibrazione;
  • resistenza in condizioni di bassa pressione (quindi ad altezze elevate);
  • resistenza alle alte temperature;
  • resistenza alle basse temperature;
  • resistenza allo shock termico;
  • resistente alla ruggine e alla muffa;
  • resistente all’acqua e alla pioggia;
  • resistente alla polvere e alla sabbia.

Il display di Amazfit T-Rex è un AMOLED da 1,3 pollici dotato di una risoluzione di 360 x 360 pixel e protetto da Corning Gorilla Glass 3. All’interno del display è presente un sensore di movimento che, nel momento stesso in cui si muove il polso e il dispositivo è in stand-by, provvede a riattivarlo. Non è obbligatorio mandare lo smartwatch in stand-by. Se lo vogliamo, infatti, possiamo mantenere sempre acceso il display a scapito, però, dell’autonomia della batteria. Il sensore di movimento rimane, comunque, inattivo durante il sonno.

Mediante il sensore per il rilevamento del battito cardiaco abbiamo un monitoraggio continuo della frequenza cardiaca. Il GPS, poi, è una delle funzionalità che pare funzionare meglio.

L’Amazfit T-Rex in qualità di sportwatch

Ma quali sono le qualità principali dell’Amazfit T-Rex? È importante ribadirlo dal momento che il dispositivo nasce essenzialmente come sportwatch. Andiamo a vedere, dunque, quali allenamenti possiamo monitorare con questo indossabile Huami. Possiamo tenere traccia delle nostre attività di corsa, camminata, nuoto, sci, ciclismo e molto altre.

Nel momento stesso in cui si iniziano gli allenamenti, lo smartwatch ci informa sul periodo di tempo per il quale può monitorarlo. Il valore dipende, naturalmente, dall’autonomia residua della batteria. A proposito di batteria, ad alimentare il dispositivo è una batteria da 390 mAh la cui autonomia dichiarata è, in media, di 40 giorni. Tale livello sale a 66 giorni se si utilizza solo la funzione “orologio” e scende a 20 ore se manteniamo costantemente acceso il GPS.

Una volta cominciato l’allenamento, viene automaticamente attivato l’AOD (Always On Display) che, comunque, dalle prime news sembra non essere all’altezza delle aspettative per un’illuminazione troppo scarsa. Da quel momento in poi inizieremo a visualizzare sul display ogni informazione riguardante il nostro allenamento senza, però, poter procedere con una vera e propria personalizzazione. Questo significa che se, ad esempio, stiamo sciando non sapremo, in tempo reale, a quale velocità stiamo andando.

Mediante l’apposita app è possibile tenere sotto controllo ogni informazione inerente gli allenamenti. Le rilevazioni appaiono abbastanza precise. Per il resto, Amazfit T-Rex prevede l’NFC ma è possibile pagare solo con Alipay.

Amazfit T-Rex, contenuto della confezione, colori e prezzo

Il nuovo Amazfit T-Rex viene venduto in una confezione essenziale che, oltre lo smarwatch, contiene esclusivamente il cavo di ricarica e il libretto per le istruzioni. Sono cinque le colorazioni previste ovvero Black, Ashi, Camouflage, Green e Khakhi. Il prezzo? Si aggira attorno ai 149 euro ed è, dunque, accettabile. Attualmente il dispositivo è in vendita solo negli Stati Uniti. Non sappiamo quando sbarcherà in Europa e se l’Italia sarà uno dei Paesi in cui sarà disponibile. Una cosa, comunque, è certa: Amazfit T-Rex è un dispositivo che ha mantenuto le promesse della vigilia e che ben si posiziona nel settore dei wereable. Un po’ carente in termini di funzionalità se lo consideriamo uno smartwatch ma abbastanza completo, invece, come sportwatch dove fa al meglio il proprio lavoro.

Amazfit T-Rex, vantaggi e svantaggi

Amazfit T-Rex ha, come abbiamo visto, una serie di vantaggi e svantaggi che ci spingeranno, o meno, all’acquisto.

Pro
  • Bel design, confortevole e comodo;
  • funzionalità da sportwatch abbastanza complete;
  • elevata autonomia;
  • semplicità d’uso;
  • GPS veloce e preciso;
  • resistenza;
  • ottimo rapporto qualità/prezzo.
Contro
  • L’AOD ha un’illuminazione troppo scarsa;
  • mancano molte funzionalità tipiche di uno smartwatch;
  • impossibile personalizzare le nostre attività in allenamento.

 

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print