Come scrivere una tesina perfetta

Prendere un 6 agli esami può bastare per prendere il diploma.

Solo se si realizza una tesina da 10, però, questa meritetà a tutti gli effetti di essere incorniciata con soddisfazione. Non ci si impegna per anni di studio per poi terminare il ciclo di studi con la mediocrità, no?

E allora procedere con la redazione di una tesina ad hoc è fondamentale. Ma come scrivere una tesina perfetta?

Scrivere la tesina perfetta, quale argomento scegliere?

Ci sono alcune tappe dalle quali non si può assolutamente prescindere per scrivere una tesina definibile come perfetta. E la prima, nemmeno a dirlo, è quella di scegliere l’argomento giusto.

Come procedere? L’originalità deve essere uno degli ingredienti principali. Più la tesina sarà originale e completa, più colpirà l’attenzione della commissione d’esame.

L’argomento da scegliere deve essere uno di quelli che ci appassiona davvero e su cui, quindi, sarà molto più semplice concentrare la nostra tesina. Se, poi, l’argomento è stato assegnato occorrerà esplorarne ogni singola angolazione cercando di arrivare laddove, magari, gli altri non arriveranno.

Prima di scrivere, però, è indispensabile fare qualche ricerca per renderci conto dell’argomento da trattare, e di tutte le relative peculiarità. In questo modo potremo comprendere quali sezioni sviluppare meglio e quali, invece, sono tralasciabili.

Creare una scaletta, ovvero una mappa concettuale, è fondamentale per mettere a fuoco e concatenare tra loro tutti gli argomenti.

L’introduzione ci servirà per descrivere la nostra idea rompendo il ghiaccio con la commissione. Un modo per agganciare i lettori e andare, poi, ad introdurre, per l’appunto l’argomento.

Importante, in questa fase, essere concisi e chiari. All’introduzione dovranno seguire paragrafi descrittivi che stabiliscono l’argomento e, in seguito, paragrafi di analisi in cui l’argomento dovrà essere analizzato.

Conclusione, impaginazione e titolo, da non sottovalutare

Concludere la tesina con convinzione è importante quanto iniziarla con determinazione. Ridefiniamo, in toto, l’intera tesina, evidenziamone i dettagli fondamentali (solitamente nell’ultimo paragrafo) e utilizziamo una bella frase di chiusura lasciando i lettori in sospeso (devono avere spunti di riflessione una volta finito di leggere la tesina).

Impaginatura e scelta del titolo sono altrettanto importanti. Se abbiamo preso spunto da fonti particolari è sempre bene indicare la bibliografia. Il titolo deve essere in grado di incuriosire sin da subito il lettore. Il consiglio è di moderarne la lunghezza evitando titoli troppo lunghi ma anche eccessivamente corti.

Mappe concettuali alla base di una buona tesina

Abbiamo anticipato come creare una buona mappa concettuale sia un ingrediente fondamentale per scrivere una tesina da 10 e lode.

Una mappa concettuale non ci aiuterà solo a sviluppare una tesina al meglio ma anche a ripassare tutti gli argomenti da conoscere prima di presentarci all’esame. Ma come fare per creare una mappa concettuale perfetta? Niente paura!

Con l’ausilio di alcuni software e applicazioni non si potrà sbagliare.

Abbiamo selezionato, di seguito, due app utili allo scopo e molto semplici da utilizzare.

  • Mental è un’applicazione che si contraddistingue per essenzialità e semplicità. Completamente gratis si può utilizzare su tutti i dispositivi iOS.

Una volta che avremo terminato la mappa la potremo salvare in PDF o inoltrarla ad un qualunque indirizzo di posta elettronica.

  • Mindomo è, invece, disponibile sia su iOS che su Android. Anche in questo caso parliamo di un’app completamente gratis e semplice da utilizzare.

Potremo salvare e condividere il lavoro che potrà essere, tra l’altro, presentato come una vera e propria presentazione.

Il software per scrivere al meglio la tesina.

Ci si può servire di diversi software di scrittura per eseguire il lavoro al melgio.

Tre, in particolare, risultano i più utilizzati dagli studenti. Vediamoli brevemente.

  • Open Office è un software completamente gratuito e open source che possiamo utilizzare tranquillamente su Mac, Windows e Linux.

Non è tra i più aggiornati che possiamo trovare ma è un ottimo strumento che ci consente di creare tabelle, organizzare presentazioni ed eseguire calcoli.

  • Focus Writer è consigliato per tutti quegli studenti che, magari, non hanno l’informatica nel DNA e preferiscono concentrare la propria attenzione sullo scrivere la tesina e farlo al meglio.

Anche in questo caso è possibile utilizzarlo su Mac, Linux e Windows.

  • Microsoft Office non è gratuito bensì a pagamento e risulta essere tra i programmi di scrittura più utilizzati in assoluto. Questo è possibile grazie alla sua completezza e alle sue potenzialità.

Unica pecca? Potrebbe risultare un po’ difficoltoso per chi non è abituato ad utilizzarlo.

 

Condividi il contenuto su...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Print this page
Print